IMPRESE

HomeMagazineTerritorioAttualità

"BonuSicilia": come ottenere i contributi per le imprese siciliane in crisi dopo il lockdown

Il progetto è finalizzato a fornire liquidità alle aziende più piccole, per compensare la riduzione di fatturato sofferta durante il lockdown. Ecco i requisiti per poter accedere

Balarm
La redazione
  • 16 settembre 2020

Artigiani, commercianti, industriali e lavoratori del settore turistico. Dalla Regione Siciliana arriva il "BonuSicilia": una serie di aiuti per fronteggiare la crisi economica scaturita dall'emergenza Covid.

Si tratta di un contributo a fondo perduto - riporta la nota informativa online - destinato alle microimprese artigiane, commerciali, industriali, di servizi e alberghiere.

L’agevolazione, fino a un massimo di 35 mila euro, è concessa attraverso un bando, con procedura semplificata, su piattaforma informatica dedicata. La dotazione finanziaria è di 125 milioni di euro.

Le risorse finanziarie (europee, nazionali e regionali) provengono da una specifica riprogrammazione del Programma Operativo Fesr Sicilia 2014/2020 per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Chi può accedere
Al bonus, secondo quanto previsto, possono accedere:

- le aziende artigiane, commerciali, industriali, di servizi e alberghiere classificate come microimprese (cioè con meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro).



- le aziende devono avere sede legale e/o operativa in Sicilia alla data del 31 dicembre 2019 e devono avere avuto l’attività economica sospesa durante il lockdown.

- le imprese alberghiere che non hanno esercitato l’attività economica o che abbiano avuto una diminuzione di fatturato nel periodo marzo-aprile 2020.

Cosa prevede il BonuSicilia
Nello specifico, il BonuSicilia prevede:

- una tantum di 5 mila euro alle imprese che hanno avviato l’attività dopo il 31 dicembre 2018;

- una tantum di 6 mila euro alle aziende che hanno avviato l’attività prima dell’1 gennaio 2019 ed erano in regime fiscale forfettario nell’anno di imposta 2018;

- 5 mila euro più un importo pari al 40% del fatturato medio di due mesi (calcolato in base al fatturato/volume d’affari del 2018) alle imprese che hanno avviato l’attività prima dell’1 gennaio 2019 ed erano in regime fiscale ordinario nell’anno di imposta 2018 (fino a un massimo complessivo di 35 mila euro).

Come ottenere i contributi
Per partecipare a BonuSicilia è necessario:

- attivare l’identità digitale SpiD;
- pre-compilare l’istanza sulla piattaforma SiciliaPei (dal 21 settembre 2020);
- inviare l’istanza già compilata cliccando sul pulsante “invio” (dal 5 ottobre 2020);
- richiedere l'erogazione del bonus.

La data di pubblicazione del bando sulla Gazzetta regionale e sul sito del Dipartimento regionale Attività Produttive e su EuroInfoSicilia è fissata al 18 settembre.

ARTICOLI RECENTI