MONUMENTI

HomeMagazineTerritorio

Comprami, io sono in vendita: un palazzo monumentale di Palermo che nessuno vuole

Parliamo di palazzo Sammartino in via Lungarini, praticamente in piazza Marina: risale al Settecento e ha una storia notevole ma nessuno lo vuole e il prezzo scende ancora

Balarm
La redazione
  • 7 giugno 2018

Il balcone sul portone d'ingresso di palazzo Sammartino a Palermo (via Lungarini)

Rileggendo vecchi giornali e vecchi siti dedicati al patrimonio si nota come negli anni se ne sia parlato spessissimo e a cadenza regolare: degrado, iniziative sociali per salvarlo, mobilitazioni e crolli hanno raccontato a pezzetti la storia di palazzo Sammartino, un gigante nascosto in piazza Marina (all'inizio di via Lungarini) il cui prezzo di vendita, oggi, è di un milione e 600mila euro.

È di proprietà del Comune di Palermo: le sue stanze, un tempo nobili, sono chiuse da almeno dieci anni da lucchetti inviolabili e l'intero edificio è soffocato, tra polvere e sporcizia. Porte e finestre sono corrose da tempo e intemperie, i balconi rotti, le grate arrugginite e le pareti vandalizzate.

Era stato suddiviso in 20 appartamenti che sono stati presto occupati abusivamente tra costanti pericoli di crollo e una possibile emergenza sanitaria data la gran quantità di rifiuti che in molti getta(va)no ai suoi piedi.

E alla fine il Comune decide di murare gli ingressi. "Una vergogna" di cui si domandano le cause sia residenti che turisti vedendo uno stato talmente avanzato di degrado che - in teoria - doveva essere fermato nel 2015.

Infatti, da Palazzo delle Aquile in quegli anni usciva una nota che indicava palazzo Sammartino come tra gli interventi appartenenti alla seconda categoria del Piano triennale sulle opere pubbliche 2013-2015, si dovevano però reperire le risorse finanziarie per far tornare palazzo Sammartino "a fiorire" (diceva l'allora assessore al centro storico Bazzi).

Invece nel 2015 ecco un'asta per sbarazzarsene: il Comune lo mette in vendita a due milioni di euro.

Il fabbricato da 3mila metri quadri, settecentesco, è di rilevanza storica ed è in una delle più belle zone del centro storico di Palermo ma nessuno sembra interessato a fare questo investimento tanto che il Comune ha pubblicato l'ennesimo bando d'asta.

Siamo nel 2018 e torna a girare il bando per un'altra asta che parte da un milione e 600mila euro con scadenza fissata al 16 giugno ma che l’amministrazione "In qualunque momento e fino alla stipula del contratto - c'è scritto sul bando - si riserva la facoltà di recedere dalle operazioni di vendita".

Infine "Il contratto di acquisto relativa al lotto contemplerà l’obbligazione per l’aggiudicatario di presentare il progetto per il rilascio della concessione finalizzata al recupero dell’immobile entro il termine di 10 mesi dalla stipulazione del contratto medesimo". Per chi è interessato, ecco il link al bando sul sito del Comune di Palermo.

articoli recenti