NUOVI SPAZI

HomeMagazineTerritorioAttualità

Conto alla rovescia per l'antico moletto: in anteprima il nuovo "parco" di Sant'Erasmo

Una gallery di fotografie ci mostra in anteprima come sarà il molo di Sant'Erasmo a Palermo: stanno finendo infatti i lavori di riqualificazione del waterfront urbano

Balarm
La redazione
  • 8 ottobre 2019

La borgata di Sant’Erasmo a Palermo si rifà il look e a breve tornerà a essere un luogo identitario di prima importanza nella "città tutta porto", proprio com'era prima della seconda guerra mondiale che, come è noto, stabilisce un punto di svolta nelle relazioni, fino ad allora simbiotiche, tra città e mare.

Nell'ambito del processo di riqualifica del water-front urbano che è stato avviato da alcuni anni, è stata prevista la riqualificazione complessiva dello storico porticciolo.

L'iniziativa è stata condivisa e promossa anche dai rappresentanti delle associazioni di tutela ambientale e dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Con il decreto 199 del 3 maggio 2018 si è convenuto di procedere immediatamente ad avviare un intervento di recupero e riqualifica nel porto che nei limiti delle problematiche ambientali in atto esistenti possa rendere fruibile ai cittadini una zona che adesso versa in condizioni di abbandono e degrado.

Il Piano di Sant’Erasmo fu il più importante approdo fuori le mura luogo di produzione di una cultura marinara, ormai del tutto dispersa.

Fino ai primi del Novecento, la borgata di Sant’Erasmo si adoperava nella pesca del tonno, una significativa documentazione iconografica testimonia una brulicante attività.

Una decina di anni fa fu avviato, dall’Autorità Portuale di Palermo e dal Comune, un processo di progressiva riqualificazione del waterfront urbano. Sebastiano Provenzano, lo stesso che progettò il porto della Cala insieme a Giulia Argiroffi, è l'architetto che ha concepito il nuovo porticciolo che a breve sarà restituito alla città.

GALLERY RECENTI