STORIE

HomeMagazineLifestylePersonaggi

Dalla Serie A alla vita da clochard: la storia "maledetta" di Maurizio Schillaci, cugino di Totò

Chi vive a Palermo lo avrà visto sicuramente almeno una volta passeggiando davanti al Teatro Massimo. La storia "maledetta" di Maurizio Schillaci che oggi vive per strada

Balarm
La redazione
  • 6 novembre 2020

Chi vive a Palermo, avrà incrociato sicuramente il suo sguardo almeno una volta nella vita, passeggiando davanti al Teatro Massimo. Vive lì, per strada, con il suo cane Johnny e dorme in una panda abbandonata.

Giuseppe Bertuccio D’Angelo, con il suo Progetto Happiness, è andato a incontrare Maurizio Schillaci, cugino di Totò Schillaci, e ne ha raccontato la storia maledetta.

Maurizio ha giocato con la Lazio, è stato il pupillo di Zeman, tutti dicono che fosse anche più forte di suo cugino. A 26 anni aveva tutto quello che un ragazzo possa desiderare quando un problema di salute gli fa perdere tutto.

Eppure Maurizio continua a sorridere e ad avere fiducia nel futuro.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI