SCUOLA E UNIVERSITÀ

HomeBandi e lavoroScuola e Università

Fino a 150 euro per andare in gita: nuovo bonus, come funziona e chi può richiederlo

Le famiglie con figli iscritti ai licei e scuole superiori possono richiedere il voucher da 150 euro per i viaggi di istruzione, come fare per presentare la domanda

Balarm
La redazione
  • 25 marzo 2024

Torna il voucher da 150 euro sui viaggi di istruzione destinato alle famiglie con figli iscritti a scuole statali secondarie di secondo grado (ovvero per gli alunni di licei e scuole superiori).

Il Bonus Gita Scolastica 2024 è un aiuto economico erogato sotto forma di sconto sui viaggi di istruzione, offerto dal Ministero dell'Istruzione e del Merito (MIM).

Il contributo, il cui importo massimo è fissato a 150 euro, quest'anno si rivolge alle famiglie con un ISEE fino a 15.000 euro annui.

La presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), attestante il reddito familiare è obbligatoria per ottenere lo sconto e può avvenire attraverso il portale INPS.

È possibile presentare la domanda dal 27 marzo al 31 maggio e bisogna farne una specifica per ciascun figlio beneficiario.

Ad avviare per primi la procedura dovranno essere gli istituti individuado i nuclei aventi diritto.

Dopodiché, le famiglie dovranno accedere alla piattaforma Unica e seguire il seguente percorso: ‘Famiglie e studenti’, nella Sezione ‘Servizi’ > Sotto Sezione ‘Agevolazioni’ > Ambito ‘Viaggi di istruzione’
Adv
Insieme alla richiesta i genitori devono fornire apposita Dichiarazione Sostitutiva Unica aggiornata che attesti ISEE valido. In particolare, in questa fase la situazione ISEE della famiglia richiedente viene verificata sulla base della DSU aggiornata all'annualità 2024 e, dove non ancora sottoscritta, sulla base della DSU avente validità al 31 dicembre 2023.

Dopo la richiesta l'Istituto accerta le condizioni e i requisiti per avere diritto al bonus e lo comunica alla Piattaforma.

All'Istituto, insieme ai dati relativi alle risorse ministeriali assegnate, viene fornita anche la lista degli studenti beneficiari e l'importo dell'agevolazione per ciascuno studente.

Il bonus prevede un numero massimo di beneficiari per scuola, calcolato tenendo conto delle risorse residue a disposizione di ciascuna Istituzione scolastica, al fine di garantire l'assegnazione a ciascun beneficiario identificato di un contributo pari a 150 euro.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI