STAGIONI

HomeMagazineCultura

Grandi ospiti tra classico e contemporaneo: la nuova Stagione degli "Amici della Musica"

Otto appuntamenti musicali e teatrali che per coinvolgere appassionati di tutte le età: dai recital del premiato Alexander Lonquich, a Noa e fino al pupillo di Quincy Jones

Balarm
La redazione
  • 18 ottobre 2018

La cantante Noa

Protagonista indiscusso sarà il pianoforte con i recital di Alexander Lonquich, pluripremiato dalla critica e dal pubblico internazionale, Roberto Prosseda, impegnato nell'integrale delle sonate di Mozart, i siciliani Orazio Sciortino, Fabio Romano e Gilda Buttà e jazzista Justin Kauflin con Quincy Jones.

Ma è solo uno dei punti di forza della 87ma Stagione concertistica dell’Aassociazione Siciliana Amici della Musica: una stagione che pur mantenendo intatta la tradizione si apre alle novità, in special modo nella programmazione del turno serale.

«La linea che abbiamo seguito in questi anni ha dimostrato che la musica classica oggi è ancora più apprezzata grazie all’interazione col pubblico - spiega Milena Mangalaviti, presidente dell'Associazione - soprattutto quello più giovane».

«Lo scopo che ci siamo prefissi è ora quello di dare qualcosa di più - continua - allargare i confini, andare oltre il Politeama Garibaldi, oltre la stagione estiva al Teatro di Verdura».

«L’intento è rendere l’Associazione più grande, - aggiunge - creando legami con altre associazioni e con altre culture, seguendo le esigenze del pubblico che ama i grandi classici ma anche ciò che non ha mai visto. Vogliamo stupire Palermo e la Sicilia».

Importanti anche le formazioni cameristiche come il duo pianistico a quattro mani di Michele Campanella e Monica Leone, i due pianoforti di Gloria Campaner e Leszek Mozdzer con le pietre sonore di Pinuccio Sciola, lo straordinario Trio Tchaikovskj (formazione storica nel panorama internazionale della musica da camera) e il più recente Ensemble 1918, nato in occasione del centenario di "Histoire du Soldat" di Stravinskij .

Non mancherà una prima assoluta in Italia: Chiaroscuro per violino e orchestra del compositore georgiano Giya Kancheli. Anche per questa stagione una particolare attenzione ai più giovani con il Progetto Scuola (leggi di più).

Otto appuntamenti musicali e teatrali di vario genere, tra cui il Concerto dedicato al Giorno della Memoria, la fiaba musicale "Magarìa" su testo di Andrea Camilleri e musiche di Marco Betta e un’opera Prima, vincitrice della I edizione del concorso di composizione "Per Spartito preso".

L’inaugurazione è lunedì 28 gennaio alle 17.15 (scopri tutti gli spettacoli del turno pomeridiano) con il recital del noto compositore e direttore d'orchestra Francesco Libetta con il suo "Il viandante".

Si prosegue l'indomani, martedì 29 alle 20.45 (scopri tutti gli spettacoli del turno serale) con l'artista internazionale Noa nella prima italiana di "Letters to Bach".

«La Stagione 2019 degli amici della Musica è contraddistinta da un dialogo tra passato e presente, partendo dalla grande tradizione musicale per giungere ai giorni nostri senza temere il confronto con altri generi» dice Donatella Sollima, direttore artistico della stagione.

«Una proposta artistica che si rivolge a tutti, dai giovanissimi agli adulti - conclude - e un'attività concertistica e di formazione che punta alla funzione culturale e sociale del fare musica».

Da non perdere appunto la presenza del grandissimo Quincy Jones a Palermo in veste di accompagnatore del suo pupillo, il trentenne pianista Justin Kauflin e del suo trio (martedì 12 marzo, turno serale).

Gli abbonamenti ai diversi turni vanno dai 50 ai 210 euro (scopri la formula adatta a te) ma ogni spettacolo ha un biglietto a sè e i costi variano a seconda dell'artista e della data, da 10 a 50 euro (scopri qui il calendario degli spettacoli con i costi) da acquistare al botteghino del Politeama il giorno stesso dell'evento.

Per ogni altra informazione consultare il sito di Amici della Musica, telefonare al numero 091 6373743 o scrivere a info@amicidellamusicapalermo.it.

articoli recenti