SCOPRIAMO L'EUROPA

HomeBlog › Scopriamo l'Europa

I giovani e le politiche dell'UE: e il vicepresidente del Parlamento "mette" gli Iron Maiden

Durante il seminario del progetto "Youth sing Europe", realizzato dall'associazione "Rock10elode", sono stati affrontati vari argomenti tra cui la parità di genere a livello lavorativo

Associazione "Rock10elode"
A sostegno della creatività di giovani autori e musicisti
  • 23 marzo 2021

Lo scorso 15 marzo 2021 si è tenuto sulla piattaforma Zoom il quarto e penultimo seminario del progetto "Youth sing Europe" realizzato dall'associazione "Rock10elode" con il contributo del Parlamento Europeo e il Patrocinio dell'Assemblea Regionale Siciliana.

La tematica principale discussa durante l'incontro è stata "La partecipazione attiva allo sviluppo delle politiche dell'UE". Come ospiti erano presenti il Vicepresidente del Parlamento Europeo, onorevole Fabio Massimo Castaldo e la social media manager del PE in Italia, Lucia Pecorario. È intervenuto anche il docente Fabio Passiglia, preside del Liceo Scientifico "Ernesto Basile" di Palermo.

Durante il seminario sono stati affrontati vari argomenti. Abbiamo appreso che quasi il 90 per cento delle normative oggi vigenti sono di derivazione europea e questo anche per il rafforzamento del ruolo dei singoli parlamenti nazionali nel processo legislativo europeo.



Punto focale dell'incontro la possibilità, per i giovani, di proseguire gli studi all'estero, esperienza vista ancora da molti come qualcosa di utopico, destinata alle famiglie più abbienti, mentre la realtà è profondamente diversa perché l'Unione Europea offre opportunità di facile accesso per tutti.

Dopo un'ampia discussione, vari alunni sono intervenuti con domande e curiosità o esponendo proprie riflessioni. Tra queste, il modo in cui l'UE si muove per garantire parità a livello lavorativo tra uomo e donna e l’applicazione di regimi fiscali comuni in ambito europeo.

Il dibattito su questi argomenti ha preso forma grazie al puntuale e appassionato intervento del Vicepresidente del Parlamento Europeo, on. Castaldo che ha evidenziato come alcune volte gli Stati membri abbiano una visione diversa fra loro su alcune tematiche che li porta ad essere più o meno a favore di una condivisione delle loro prerogative nazionali.
Nell'ambito sociale è emerso che vi è già una proposta circa il salario minimo europeo, che è diverso per tutti gli Stati membri essendo le politiche del lavoro di competenza nazionale.

Riguardo la parità di genere, riferendosi all'agenda 2030 discussa da noi studenti durante le ore di educazione civica, è emersa una notevole differenza riguardo alle politiche di genere all'interno delle sedi dell'UE. È stato chiesto quale sia la motivazione e se il Parlamento abbia affrontato tale questione.

Anche qui il Vicepresidente ha risposto chiaramente precisando che, a parità di competenze e di ruolo, una donna guadagna in termini percentuali circa il 14,1% in meno di un uomo. Sia l’UE che l'Italia stanno lavorando in favore di una maggiore parità di genere che riduca, se non abolisca del tutto, le disparità di trattamento fra uomo e donna.

Un ulteriore aspetto da considerare, ha detto il Vicepresidente, è la politica fiscale, anche questa di competenza nazionale. Sarebbe auspicabile – ha detto – armonizzare le politiche fiscali e avviare un processo comune che possa prevedere, ad esempio, una tassazione minima in tutti gli Stati membri.

Ci ha colpito molto una frase che l'onorevole Castaldo ci ha proposto e che è una nota citazione dei Nativi d'America: "Non abbiamo ereditato la terra dai nostri padri, ma l'abbiamo presa in prestito dai nostri figli".

Dopo una breve pausa dedicata all’ascolto del brano "Albero", della band "Eugenio in via di Gioia", è intervenuta Lucia Pecorario, social media manager del PE in Italia che ha illustrato gli strumenti che i cittadini possono utilizzare per partecipare attivamente alle politiche europee, come per esempio la campagna di sensibilizzazione sull’uso della plastica.

Abbiamo, infatti, compreso quanto i cittadini, e noi giovani in particolare, possano fare in ambito europeo, ad esempio sulle politiche ambientali, anche attraverso l’uso dei social.

L'incontro è stato, come sempre, arricchito dall'ascolto di canzoni significative, come "The clansman" degli Iron Maiden, un brano, proposto dal Vicepresidente Castaldo, che ha molto appassionato l'uditorio e che parla di diritti e di libertà.

Articolo realizzato da
Gabriele Pio Ingrassia, Morena Drago, Gabriele Pasqua
alunni della 5bsa del liceo scientifico "Ernesto Basile" di Palermo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI