MOBILITÀ

HomeMagazineSocietàMobilità

L'incubo traffico è finito (forse) su viale Regione: riapre il Ponte Corleone, tutti i dettagli

Via le strettoie sul Ponte Corleone. Si potrà dunque tornare a circolare su due corsie, ma con limiti di velocità e divieti per i mezzi pesanti: ecco l'ordinanza del Comune

Balarm
La redazione
  • 24 marzo 2022

Viale Regione Siciliana in prossimità del Ponte Corleone

L'incubo traffico è finito (forse): riapre il Ponte Corleone. La tanto attesa ordinanza, pubblicata oggi dal Servizio di Mobilità Urbana del Comune di Palermo, fa saltare tutte le strettoie lungo il viadotto. Da martedì - secondo quanto assicurato dall'amministrazione - si potrà dunque tornare a circolare su due corsie in entrambe le carreggiate (sia direzione Catania che direzione Trapani). Resteranno ancora chiuse, invece, entrambe le bretelle laterali di accesso al ponte.

Adesso tocca al personale Anas che inizierà a rimuovere i new jersey per poi procedere all'installazione della nuova segnaletica stradale.

Nell'ordinanza si legge: «Realizzazione di due corsie per senso di marcia, centrate rispetto alla carreggiata esistente, con corsia di marcia di destra larga 3,5 m e destinata ai veicoli con carico fino 44 tonnellate e corsia di sorpasso a sinistra, larga 3 metri e destinata ai veicoli con carico fino 7,5 t. Riduzione del limite di velocità a 50 Km/h sul ponte e divieto di sorpasso ai mezzi pesanti».

«Abbiamo dato attuazione, insieme all'assessore Maria Prestigiacomo - dichiara l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania - alle indicazioni della Icaro Progetti e abbiamo provveduto immediatamente a ripristinare le due corsie del Ponte Corleone. Questa nuova ordinanza contribuirà a ridurre i disagi vissuti dalle cittadine e dai cittadini palermitani in queste settimane, mettendo in pratica due misure importanti, la certezza della sicurezza sul ponte e contemporaneamente la fluidità della circolazione veicolare».

All’apertura del ponte a due corsie seguirà una fase di monitoraggio a cura dell'Amministrazione comunale per potere verificare l’attivazione di successivi provvedimenti sulle bretelle laterali al ponte.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI