MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

La musica barocca incanta a Palermo: artisti internazionali per la Stagione di MusicaMente

La decima edizione della Sstagione concertistica, dal 14 maggio al 29 dicembre, si svolge tra chiese e oratori di Palermo, con esecuzioni in prima nazionale e grandi protagonisti

Balarm
La redazione
  • 3 maggio 2021

Arianna Art Ensemble

Giunge alla decima edizione la stagione concertistica dell’Associazione MusicaMente di Palermo, promossa dall’AIAM, Associazione Italiana Attività Musicali.

La nuova Stagione prende il via 14 maggio con il primo concerto in streaming gratuito, alle ore 19.00, sui canali social dell’associazione e su YouTube, per esigenze dettate dalle vigenti ordinanze regionali di contenimento del Covid 19.

Il concerto, che si svolge nella nella cornice di Villa Magnisi a Palermo, vede protagonisti il celebre direttore d’orchestra e flautista Giovanni Antonini e il violoncellista e compositore Giovanni Sollima, che si esibisce insieme al clarinettista Tindaro Capuano e all’Arianna Art Ensemble (ensemble composto da Francesco Colletti, Federico Brigantino, violini, Giorgio Chinnici viola, Andrea Rigano, violoncello, Marco Lo Cicero, contrabbasso, Paolo Rigano, arciliuto e chitarra barocca, Cinzia Guarino, clavicembalo) .

In programma, in anteprima nazionale, l’esecuzione di "Passacalle" (2021), brano che Giovanni Sollima ha composto per due chalumeaux (antico strumento antenato del clarinetto), violoncello, archi e basso continuo.



Di seguito il calendario degli altri concerti in programma che - salvo diverse indicazioni - si tengono in presenza.

Il 31 maggio, alle 19.00, dall’Oratorio di San Mercurio concerto dell’Arianna Art Ensemble che propone un repertorio che da Georg Philipp Telemann spazia verso le musiche di Georg Böhm, compositore noto per il suo influsso sul giovane Johann Sebastian Bach.

Il 19 giugno, alle 19.00, dall’Oratorio di Santa Cita, in programma la presentazione di “Cimbalo D’Amuri”, il nuovo album dell’Arianna Art Ensemble (pubblicato da Almendra Music) con le musiche che costituiscono lo spettacolo musico teatrale “Canto perché l’amor non passa”, realizzato su testo e regia di Gianfranco Perriera e musiche a cura di Paolo Rigano, con Debora Troìa, canto e voce recitante, Silvia Di Giovanna, voce recitante , Paolo Rigano alla chitarra barocca, Silvio Natoli al colascione e tiorba, Cinzia Guarino al clavicembalo e Giuseppe Valguarnera alle percussioni.

Uno spettacolo ambientato nella Palermo a cavallo tra seicento e settecento, tra luci e ombre di un'epoca che fu periodo di grandi trasformazioni ed innovazioni, soprattutto musicali.

Il 22 settembre, alle 19.00, sempre presso l’Oratorio di Santa Cita, concerto del flautista Marcello Gatti, che si esibisce per l'occasione insieme all’Arianna Art Ensemble. Gatti, che ha al suo attivo una intensa attività concertistica che lo ha portato a esibirsi in tutta Europa, America, Giappone, Australia e Medio Oriente presso le più prestigiose istituzioni musica.

Il 30 settembre, alle 19.00,all’Oratorio San Mercurio l’ensemble pugliese di musica antica Hortensia Virtuosa si esibisce nell’ambito con il concerto dal titolo “A Violon Seul (1726)”, che è anche oggetto di un'incisione discografica della raccolta Sonates à violon seul (1726) del compositore Giovanni Antonio Guido, eseguite dall'ensemble Hortensia Virtuosa diretto da Giovanni Rota.

Il 3 ottobre, alle 19.00, presso l’Oratorio di San Mercurio, invece, in programma il concerto di Stefano Bagliano, flauti diritti, Andrea Coen, clavicembalo (e organo positivo), dal titolo “Johann Sebastian Bach: sonate, corali, preludi”.

Il 23 ottobre, alle 19.00, sempre all’Oratorio di San Mercurio, Tiziano Bagnati e Paolo Rigano sono protagonisti di un interessante concerto che propone un repertorio affascinante e quasi sconosciuto di composizioni originali per chitarra e tiorba.

Il 30 ottobre, alle 19.00, presso l’Oratorio di Santa Cita ha luogo il concerto della violinista Chiara Zanisi che, insieme all’Arianna Art Ensemble, propone un viaggio intorno al repertorio per violino di quattro grandi pilastri del barocco come Johann Sebastian Bach, Antonio Vivaldi e Georg Philipp Telemann ed (nome) Handel.

Il 5 novembre, alle 19.00, sempre all’Oratorio di Santa Cita, concerto del violista Stefano Marcocchie del clavicembalista Basilio Timpanaro, dal titolo “La violetta virtuosa secondo il gusto tedesco”. Un programma che affronta il repertorio ritrovato per viola da braccio e clavicembalo nelle composizioni originali dei grandi musicisti della scuola tedesca del Settecento.

La decima stagione dell’associazione MusicaMente si conclude il 29 dicembre, alle 19.00, con un concerto che vede protagonisti il coro dell’ensemble Antonio Il Verso e l’Arianna Art Ensemble, diretti dal maestro Fabio Ciulla.

In programma, in prima esecuzione moderna, opere sacre della produzione del compositore napoletano di fine ‘700 Paolo Altieri, maestro di cappella della cattedrale di Noto.

Il costo dei biglietti è di 12 euro (intero), 8 euro (ridotto). Le sale saranno a capienza ridotta per protocolli di sicurezza anti Covid 19. Per maggiori informazioni è possibile contattare l'associazione MusicamMente all'indirizzo mail assmusicamente@gmail.com o al numero 393 2427851.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI