MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

La nuova stagione del Teatro Massimo: grandi direttori per opere, balletti e concerti

Tante sorprese e grandi nomi per la nuova stagione del Teatro Massimo, inaugurata da due opere-concerto caratterizzate dal tema del Requiem e della memoria

Balarm
La redazione
  • 26 settembre 2022

La soprano Nino Machaidze

Da Wellber a Muti, grandi direttori sul podio per sette opere, quattro balletti e quattordici concerti che compongono la stagione 2022-2023 del Teatro Massimo di Palermo.

Tante le sorprese in serbo per il pubblico.

Fra queste la regia di Damiano Michieletto per il Don Pasquale di Donizetti, coproduzione internazionale con la Royal Opera House Covent Garden di Londra e l’Opéra di Parigi, il Don Giovanni con la direzione di Riccardo Muti, il nuovo allestimento dell’Evgenij Onegin di Čajkovskij con la regia di Johannes Erath, il debutto al Teatro Massimo del soprano Asmik Grigorian, astro delle scene internazionali.

Il rinnovo e i nuovi abbonamenti per la Stagione 2022-2023 di opere, balletti e concerti sono acquistabili nella biglietteria del Teatro Massimo (aperta tutti i giorni, dalle 9.30 alle 15.30 e nei giorni di spettacolo a partire da un'ora e mezza prima), con bonifico bancario o contattando il call center al numero 091 8486000 oppure online sul sito web del Teatro Massimo.
Adv
A inaugurare la stagione, l’8 novembre 2022, è Kaiserrequiem, una nuova creazione del direttore musicale del Teatro Massimo Omer Meir Wellber e del regista Marco Gandini che vedrà impegnati Orchestra, Coro e Corpo di ballo del Massimo.

Il 12 novembre, a trent’anni dalla prima esecuzione nella Cattedrale di Palermo, il Teatro Massimo presenta il Requiem per le vittime della mafia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati.

La composizione, diretta da Alessandro Cadario, viene trasmessa in diretta su maxischermo nella Chiesa di San Domenico, il pantheon dei siciliani illustri, che ospita anche la tomba di Giovanni Falcone. Del cast fanno parte il soprano Desiree Rancatore, il mezzo soprano Raffaella Lupinacci, il tenore Giulio Pelligra, il basso Roberto Scandiuzzi.

Il periodo natalizio che va dal 16 al 23 dicembre, vede il ritorno di uno dei titoli più amati per il balletto, con otto recite de Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, in un allesimento del Teatro Massimo.

Il Corpo di ballo affronterà la magia dei doni della notte di Natale, della lotta contro il Re dei Topi e del viaggio fantastico della piccola protagonista nel paese della fata Confetto, accompagnata dal principe Schiaccianoci, con la coreografia di Jean-Sébastien Colau, da poco nominato direttore del Corpo di ballo del Teatro e di Vincenzo Veneruso. Sul podio il direttore Ido Arad.

Dal 17 al 24 gennaio 2023 torna l'immortale storia d'amore di Violetta e Alfredo per La traviata, che il Teatro Massimo porterà anche in tournée in Giappone insieme a La bohème nel mese di giugno.

L'opera di Verdi sarà presentata nell’allestimento del Teatro Massimo firmato da Mario Pontiggia e Francesco Zito. Le sette recite saranno affidate al direttore Carlo Goldstein, mentre il cast internazionale vede nel ruolo della protagonista il soprano Nino Machaidze che si alternerà con la palermitana Jessica Nuccio, in quello di Alfredo il tenore Saimir Pirgu, mentre Germont padre sarà il baritono Nicola Alaimo.

Dal 17 al 23 febbraio 2023 sarà presentata una coproduzione internazionale con la Royal Opera House Covent Garden di Londra e l’Opéra di Parigi per il Don Pasquale di Gaetano Donizetti. Un cast di grande livello e sul podio Michele Spotti, giovane direttore di punta, negli ultimi anni regolarmente ospite del Teatro Massimo.

Dal 15 al 19 marzo 2023, è di scena un nuovo appuntamento con la danza e con il Corpo di ballo del Teatro Massimo impegnato in un altro titolo del repertorio romantico, il balletto Le corsaire su musica di Adolphe Adam, Cesare Pugni, Léo Delibes e Riccardo Drigo.

Dal 16 al 23 aprile 2023 ritorna Norma di Vincenzo Bellini con la regia di Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi, un allestimento di successo del Teatro Massimo in coproduzione con Arena Sferisterio di Macerata già proposto nel 2017 e che nel frattempo ha girato il mondo, anche in Marocco nel 2022. A dirigere sarà Lorenzo Passerini.

Originariamente programmato per l’apertura di stagione del 2021, arriverà finalmente in scena dal 19 al 25 maggio 2023 l’Evgenij Onegin di Pëtr Il’ič Čajkovskij con la regia di Johannes Erath, mentre la direzione musicale sarà affidata a Omer Meir Wellber. Dopo la creazione del Crepuscolo dei sogni, spettacolo in streaming che ha aperto la stagione 2021 del Teatro Massimo, Erath e Wellber tornano a proporre una visione romantica, decadente e contemporanea dell’eroe di Puškin.

Dal 13 al 18 giugno 2023 sarà in scena il terzo titolo di balletto della stagione, Carmen, una nuova creazione realizzata per il Corpo di ballo del Teatro Massimo con la coreografia di Leo Mujić, dedicata al personaggio simbolo della libertà femminile creato da Merimée.

Sempre nel mese di giugno 2023 è in programma la tournée in Giappone a lungo rimandata per i problemi connessi alla pandemia. I complessi artistici e tecnici della Fondazione, porteranno in tournée La bohème di Puccini e La traviata di Verdi nell’allestimento appositamente realizzato, con la regia di Mario Pontiggia.

Dal 19 al 26 settembre 2023 Orchestra e Coro saranno impegnati in Orfeo ed Euridice di Christoph Willibald Gluck, titolo fondamentale del repertorio, incarnazione delle teorie della riforma del teatro musicale portata avanti da Gluck e che porteranno al passaggio dall'opera barocca a quella di Mozart. Sul podio il direttore onorario del Teatro Massimo, Gabriele Ferro.

Il quarto appuntamento con il balletto, dal 30 settembre all’1 ottobre 2023, è con L’ultimo bacio di Anna su coreografia di Vincenzo Veneruso per il Corpo di ballo del Teatro, con le intense musiche del compositore italiano Paolo Buonvino.

La stagione si chiude con Mozart, così come era iniziata, con un appuntamento che vedrà per la prima volta Riccardo Muti dirigere un’opera al Teatro Massimo.

Dal 24 ottobre al 2 novembre 2023 torna in scena Don Giovanni in un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Regio di Torino che vedrà la regia di Chiara Muti, mentre la direzione sarà affidata appunto a Riccardo Muti.

INFO CAMPAGNA ABBONAMENTI
Il rinnovo degli abbonamenti per la Stagione 2022-2023 di opere, balletti e concerti prende il via dal 10 al 30 ottobre 2022 ed è riservato agli abbonati alla stagione 2022 Turni Prime, B, C, D, F, Opera e Concerti.

Per i nuovi abbonamenti alla Stagione 2022/2023 è previsto il seguente calendario:

- Turni Prime / B / C / D / F / Opera / Concerti: dall'1 novembre al giorno del primo spettacolo in abbonamento
- Turno Danza, dal 10 ottobre al 17 dicembre
– Turno Scuola, prenotazioni dal 24 ottobre

A partire dal 5 dicembre è possibile ritirare i nuovi abbonamenti.

Sia il rinnovo sia i nuovi abbonamenti sono acquistabili presso la Biglietteria del Teatro Massimo (aperta tutti i giorni, dalle 9.30 alle 15.30 e nei giorni di spettacolo a partire da un'ora e mezza prima), oppure con bonifico bancario o contattando il call center al numero 091 8486000 oppure online sul sito web del Teatro Massimo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI