INIZIATIVE

HomeMagazineCultura

La parete della scuola diventa un manifesto alla bellezza delle diversità: succede in Sicilia

È dell'artista Igor Scalisi Palminteri ed è sulla parete di una scuola a Balestrate (Palermo): l'intento è di spiegare ai bimbi che le differenze sono una ricchezza

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 19 dicembre 2018

Il murales di Igor Scalisi Palminteri

«Quando mi hanno chiesto di trovare un tema per un murales ho pensato di raccontare la bellezza della diversità ai bambini. Per spiegarla bene ero in cerca di ispirazioni e sono entrato nella stanza di mia figlia di tre anni, e l'ho trovata. C'era una mensola piena di peluches tutti diversissimi tra di loro per forma, per grandezza, per colore, eppure sembravano tutti felici».

L'artista Igor Scalisi Palminteri inizia così il racconto sulla sua nuova opera dipinta su una parete esterna della scuola elementare Aldo Moro di Balestrate dal titolo "Storie diverse".

L'opera gli è stata commissionata dall'associazione culturale e ricreativa "Sacerdote Filippo Evola" all'interno del progetto "vento di scirocco" finanziato dalla Regione siciliana, e sarà inaugurata domenica 23 dicembre alle ore 12.

L'associazione gli aveva proposto tre diversi muri su cui potere dipingere, ma lui ha insistito perché fosse nella scuola elementare del paese.

«Tutti si sono adoperati dal sindaco e tutto il comune e in brevissimo tempo abbiamo ottenuto tutti i permessi - aggiunge l'artista - il soggetto è una elefantina blu gigante e di peluches con una draghetta di pezza verde sul dorso. Loro due sono diverse per tipologia, razza, dimensione, una è fantasy, l'altra è un animale africano ma sono amiche e stanno facendo un percorso insieme».

La parete è molto grande e ben visibile circa sette metri di altezza e quattro di larghezza.

«Volevo spiegare a dei bambini di scuola elementare una cosa che loro conoscono bene - continua Igor - i percorsi che si fanno nella vita sono arricchiti da chi è altro da noi, anche se è diverso anche se non lo conosciamo, una draghetta forse ha paura di un'elefantessa e forse anche una elefantessa ha paura di una draga che sputa fuoco, ma bisogna andare oltre, in modo che lo sconosciuto diventi amico. Spesso si ha paura di chi arriva da un altro posto, quando una persona entra nella tua vita e la conosci tutte le paure svaniscono».

Durante i giorni di lavoro tanti erano i bambini curiosi che chiedevano come mai quel disegno sulla parete della loro scuola e così Igor Scalisi Palminteri con molta pazienza raccontava loro la storia delle due amiche diverse ma che si volevano bene

«Sono stati tutti tochissimi - conclude l'artista sorridendo e parlando dei bambini - quando capivano il messaggio andavano a spiegarlo agli altri amici».

articoli recenti