LIBRI

HomeMagazineCulturaLibri

"La Sicilia archeologica di Tommaso Fazello": Kalós racconta uno dei padri fondatori della topografia storica

Un viaggio, attraverso un ideale colloquio tra passato e presente, alla scoperta del lavoro di Tommaso Fazello. A lui si deve l'identificazione di molte città antiche siciliane

Balarm
La redazione
  • 19 agosto 2021

Il teatro antico di Taormina

Un viaggio, attraverso un ideale colloquio tra passato e presente riportato da Ferdinando Maurici, alla scoperta del lavoro di Tommaso Fazello, che può essere a buon diritto considerato uno dei padri fondatori della topografia storica e dell’archeologia.

Si chiama La Sicilia archeologica di Tommaso Fazello il nuovo volume di Edizioni Kalós.

Al domenicano originario di Sciacca e al suo paziente e tenace lavoro di ricerca si deve, infatti, l’identificazione di numerose città antiche della Sicilia che ha permesso di dare un volto alla carta, fino ad allora pressoché vuota, della Sicilia antica.

Fazello percorse la sua terra descrivendone attentamente le rovine – che egli definì cadavera – e riuscì a individuare e a identificare correttamente la maggior parte delle principali località archeologiche mettendo sullo stesso piano le città antiche, i monumenti della Sicilia greca e poi romana e persino alcuni siti medievali.

Al di là di qualche errore e alcune approssimazioni quasi inevitabili, la grandezza di Fazello sta anche nell’impegno profuso nella salvaguardia e nella difesa del patrimonio culturale.

Il suo De rebus siculis decades duæ, inoltre, è stato e rimane uno strumento quotidiano di lavoro per chiunque studi la Sicilia antica, e non solo: la prima decade può essere considerata anche il primo grande libro di viaggio in Sicilia, la prima opera che – dal Grand Tour all’odierno turismo di massa – ha guidato per secoli generazioni di visitatori.

Il libro ha un costo di 20 euro ed è acquistabile sul sito web di Edizioni d'Arte Kalós, sulle principali piattaforme di vendita online e in tutte le librerie.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI