STREET ART

HomeMagazineLifestylePersonaggi

La Sicilia ha le ali di una farfalla: a Cinisi l’omaggio di un artista alla sua Trinacria

L'opera è stata realizzata dallo street artist Beny Vitale, in arte Trebel, nel comune di Cinisi e rappresenta una fatina con le ali di una farfalla a forma di Sicilia

  • 26 febbraio 2020

Il murales realizzato a Cinisi dallo street artist Beny Vitale

Una giovane donna con le ali di una farfalla a forma di Sicilia che sta appoggiata malinconica ad una finestra: è il murale realizzato nel cuore del comune di Cinisi.

L'opera, realizzata dalla mano dello street artist Beny Vitale, in arte Trebel, si trova sul corso principale del paese, in zona Mulino, precisamente all’incrocio con l’inizio di corso Umberto I: passeggiando per le strade, un bellissimo colpo d’occhio spunta tra le macchine posteggiate a bordo marciapiede e in un attimo con i suoi colori accesi e brillanti fa respirare a pieni polmoni un poco di sicilianità.

«Il murale racchiude in sé bellezza e degrado, l’espressione della ragazza è ambigua perché il suo volto esprime serenità, un senso di turbamento, ma anche di forza», dice Trebel.

Il bellissimo quadro urbano a cielo aperto è stato realizzato dall'artista nell'ambito di un progetto volto a sensibilizzare la comunità sul tema dell'immigrazione e portato avanti dal gioco di squadra tra l'assessore comunale alle Politiche culturali, pubblica istruzione e politiche giovanili, Verusca Pizzo, la consigliera Rosalinda Mazzola e il vice sindaco Aldo Ruffino.



«Questa opera è stata fortemente voluta dall'amministrazione comunale perchè racchiude un doppio significato - spiega l'assessore Pizzo - non solo quello di sensibilizzare i cittadini sul tema dell'immigrazione, ma anche per esaltare il senso della sicilianità.

Una donna farfalla che non vola e che si posa sul davanzale di una vecchia finestra è il simbolo di chi vuole rimanere qui ancorato alle sue origini.

Nel nostro operato c'è anche l'obiettivo di portare bellezza tra la gente e di condividere l’arte perchè non possiamo rassegnarci al banale e alla quotidianità, ma bisogna sapersi aprire al nuovo e soprattuto a ciò che a prima vista appare diverso da noi».

Non è la prima volta che con la sua arte e la sua firma, Trebel incanta e stupisce i passanti siciliani: l’artista infatti è già noto nel panorama della street art palermitana per aver realizzato altre opere, come ad esempio una Santa Rosalia in versione pop su una saracinesca nel centro storico di Palermo, un'opera commissionata da un commerciante per scoraggiare chi parcheggia l’auto davanti l’ingresso.

E sempre allo stesso artista è da imputare la paternità dei tanti murales realizzati all’interno di un garage urbano che lo hanno reso un vero e proprio "Parcheggio Art" sotterraneo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI