MOBILITÀ

HomeMagazineSocietàMobilità

Le luci degli stop come un (folle) albero di Natale: caos preVigilia al Ponte Corleone

Il più fortunato è rimasto in coda per oltre due ore, i più sfortunati anche tre. Ed è così che tantissimi palermitani hanno assistito a scene che sembrano uscite da un film

Balarm
La redazione
  • 24 dicembre 2021

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Auto in coda al Ponte Corleone. (Foto di Igor Gelarda)

Era prevedibile che sarebbe andata così, ma forse nessuno immaginava fino a che punto potesse arrivare la follia di un normale giovedì di previgilia a Palermo.

Una situazione surreale, quasi kafkiana, il fatto di trovarsi imprigionati nelle proprie auto in fila, procedendo a passo d’uomo, aspettando di poter sfuggire al “tappo” del Ponte Corleone.

In questi mesi di pandemia si può dire che ci siamo abituati a tutto, ma questa situazione risulta difficile da digerire e gli animi dei palermitani al volante, imbottigliati per ore nel traffico, non danno certo il meglio di sé.

Il più fortunato è rimasto in coda per oltre due ore, i più sfortunati anche tre. Ed è così che, fermi in fila nel traffico congestionato di viale Regione siciliana, dopo la decisione sul restringimento ad una sola corsia in entrambi i sensi del Ponte Corleone, tantissimi palermitani hanno assistito a scene che sembrano uscite da un film.



Nelle foto scattate dall'alto le auto in fila sembrano formare una specie di albero di Natale, tra le luci rosse degli stop e quelle gialle dei lampioni. Ma nel concreto queste immagini hanno ben poco di poetico.

Circondati dal suono incessante delle sirene di polizia e ambulanze, c’è stato pure chi a un certo punto è sceso dall’auto per sollecitare personalmente un automobilista fermo ad andare avanti, anche se solo di qualche metro.

E non è sfuggito ai più nemmeno il fatto che diverse auto siano rimaste in panne ai margini della strada, in attesa di ricevere assistenza per poter tornare finalmente a casa.

Intanto tra le inevitabili polemiche si registrano anche quelle dell’opposizione in Consiglio comunale che invoca l’intervento della Protezione civile e la sospensione della Ztl non solo per Natale e Santo Stefano ma anche per tutti gli altri giorni che i palermitani resteranno bloccati nel traffico.

La giunta comunale, dal canto suo, afferma di essere assolutamente consapevole «dei disagi che stanno vivendo gli automobilisti palermitani a causa delle restrizioni imposte sul ponte Corleone».

E poi aggiunge: «È necessario, tuttavia, sottolineare che queste misure non sono il risultato di scelte politiche assunte dall'amministrazione comunale ma attengono ai pareri tecnici frutto delle indagini condotte dalla Icaro Progetti che impongono di restringere, in accordo con il commissario Matteo Castiglioni, le carreggiate per motivi di sicurezza e di incolumità pubblica».

«Ribadendo il nostro dispiacere a tutti i cittadini - conclude - è importante evidenziare che gli uffici comunali hanno emesso le ordinanze vigenti esclusivamente a tutela della sicurezza dei cittadini. Infine esprimiamo un sentito ringraziamento alla Polizia Municipale che sta facendo il possibile per ridurre i disagi».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE