CULTURA

HomeNewsCultura

Le mostre da vedere (a febbraio) a Palermo: in giro per la città alla scoperta della cultura

Da Palermo a Catania, da Agrigento a Trapani. Ecco per voi una piccola guida con un "itinerario" virtuale delle mostre visitabili nel mese di febbraio in tutta l'Isola

Balarm
La redazione
  • 1 febbraio 2024

Palermo Felicissima - La storia dei Florio

Dedicato a chi vuole dedicare più tempo alla cultura, alla scoperta della propria città, passeggiando tra le vie dei centri storici o per una piacevole gita fuori porta.

Vi regaliamo una piccola guida (in continuo aggiornamento) con un "itinerario" virtuale delle mostre visitabili nel mese di febbraio a Palermo e in Sicilia.

Non vi resta che scegliere quella che più vi interessa.

FRIDA KAHLO. UNA VITA PER IMMAGINI - GALLERIA D'ARTE MODERNA (Palermo)
"Frida Kahlo. Una vita per immagini" è visitabile nelle sale della Galleria d’Arte Moderna di Palermo fino al 3 marzo 2024.

Uno straordinario "album fotografico" da cui emergono le storie, gli amori, le amicizie e le avventure, spesso dolorose ma appassionate, che l'hanno resa nel tempo un'icona dell'arte e non solo.

PALERMO FELICISSIMA - PALAZZO BONOCORE (Palermo)
Palermo si riappropria di uno dei suoi cuori, l’antico palazzo che si affaccia sulla sua piazza più nota. E da quassù la osserva sornione. Così Palazzo Bonocore diventa anche un luogo interattivo e in continuo mutamento, dove la memoria si rinnova e si rende presente.
Adv
È qui che è stata allestita la mostra interattiva "Palermo Felicissima", dedicata al periodo storico a cavallo tra fine Ottocento e inizi Novecento, visitabile fino al 30 settembre 2024.

THESAURUS - PALAZZO REALE (Palermo)
Una grande mostra che offre un approfondimento sull’aspetto spirituale del Palazzo Reale di Palermo, ossia un viaggio attraverso un corpus consistente del famoso Tesoro della Cappella Palatina.

Con la mostra "Thesaurus" - visitabile fino al 30 settembre 2024 - torna a splendere un patrimonio segreto, finora noto a pochi, che può essere definito il "Tesoro delle civiltà mediterranee".

OBIETTIVO ITALIA (Arvis Palermo)
L'associazione Arvis Palermo presenta la mostra fotografica "Obiettivo Italia" che, in collaborazione con la Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche (FIAF) e con l'Istat, è stata realizzata anche a Palermo. La mostra è visitabile dal 16 al 21 febbraio, tutti i giorni dalle 18.00 alle 20.00, tranne la domenica.

ELYMA - PARCO ARCHEOLOGICO DI SEGESTA
Non è solo un'installazione di Land Art ma un’esperienza profonda, un autentico segno di rispetto nei confronti del Parco Archeologico di Segesta, a testimonianza della sacralità antica ritrovata, a prescindere da ogni credo religioso.

L'antico Tempio di Segesta, mai completato, torna visitabile dopo circa 20 anni grazie al progetto Elyma, visitabile fino al 19 maggio 2024.

Le altre mostre
Dal 17 febbraio al 3 giugno a Palazzo Reale potete ammirare la celebre opera "Look Down": un chiaro invito a «guardare in basso», realizzata da Jago e voluta a Palermo dalla Fondazione Federico II. Il "feto" rappresenta lo sguardo dell’arte rivolto ai più fragili, in antitesi all’indifferenza.

La Fondazione Sant'Elia dedica un'imponente mostra a quella irripetibile stagione rappresentata dalla fioritura dello stile Liberty a Palermo.

"Palermo Liberty - The Golden Age", visitabile fino al 30 maggio 2024, raccoglie circa 500 opere, fra disegni di architettura e di arti applicate, arredi, dipinti, sculture provenienti da 70 collezioni pubbliche e private.

Sempre a Palermo, fino al 10 febbraio, nella sede di Assostampa Sicilia (in via Crispi) è allestita la mostra fotografica "Macelleria Palermo" di Franco Lannino e Michele Naccari, che racconta l'orrore di Palermo negli anni Ottanta in 44 fotografie.

Fino al 18 febbraio da Tecò invece potete ammirare la mostra "Sentenda, la fabbrica del vuoto" di Louis Origine, un calendario che estende questa riflessione del "locale" alla percezione del tempo e dei ritmi.

"Femmes" è l'esposizione allestita fino all'8 marzo nei locali dell'associazione Culturale Centro MedicalMente, in via Libertà 56. Un imponente inno alle donne: 70 opere, suggestive e struggenti, degli artisti Mauro Di Girolamo e Jean Paul Palancher che portano a riflettere ancora una volta sul tema di profonda attualità e sensibilizzazione pubblica.

Un "dialogo" fra i capolavori del museo Salinas, dai sarcofagi della Cannita alle metope dei Templi di Selinunte, e quelli dell’arte greca. Sicilia//Grecia//Magna Grecia. E dunque, quello che cercavo sono (Odisseo Elitis) è il titolo della mostra che cita il poeta greco, premio Nobel per la letteratura nel 1979, visitabile fino al 31 marzo 2024.

E ancora, in mostra fino al 10 febbraio alla Galleria Arvis di Palermo, in via Giovanni Di Giovanni, la personale fotografica di Patrizia Galia "Underwater". Temporali e schiarite cristalline, respiri ancestrali, infiniti. Una dimensione privata, silenziosa, permeata di ombre profonde e riflessi scintillanti.

Un'altra mostra da non perdere è a Catania ed è quella dedicata al grande maestro catalano Joan Mirò, allestita fino al 7 luglio 2024 nella sede del Palazzo della Cultura di Catania. La mostra "Miró – La gioia del colore" è curata da Achille Bonito Oliva, uno dei maggiori critici d’arte in collaborazione con MaïthéVallès - Bled e Vincenzo Sanfo.

Ad Agrigento è allestita la mostra "Archeologia a 33 giri. Vinili da museo" che è visitabile al Museo archeologico regionale "Pietro Griffo" fino al 7 aprile 2024.

A Taormina, in provincia di Messina, un'interessante mostra è quella dedicata ai 50 anni della storia dei Bronzi di Riace. "I Bronzi di Riace, cinquant'anni di storia", mostra fotografica, documentale e multimediale, arriva da Reggio Calabria al Palazzo Ciampoli di Taormina ed è visitabile fino al 29 febbraio.

Ma l'elenco dell'esposizioni allestite in Sicilia non finisce qua.

Per conoscere tutte le mostre visitabili nel mese di febbraio a Palermo e in Sicilia non vi resta che consultare il calendario di Balarm.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI