MOBILITÀ

HomeMagazineTerritorio

Le ZTL di Palermo anche sabato e domenica? L'idea è dei residenti del centro storico

La proposta arriva dal confronto diretto con il territorio: molte sono le segnalazioni di residenti che hanno avuto difficoltà ad accedere persino fisicamente all'abitazione

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 18 gennaio 2019

Via Roma e il Cassaro

Il Consiglio della prima Circoscrizione ha approvato la proposta di deliberazione per l’estensione della ZTL (zona a traffico limitato) nei giorni di venerdì e sabato, dalle 20.00 alle 04.00 (fino alle prime ore di domenica, quindi) con il contestuale potenziamento del servizio di navetta gratuita (free bus).

La proposta, approvata a maggioranza da tutto il consiglio, arriva dai consiglieri Fabrizio Brancato (Sinistra Comune), Tiziana Venturella (Sinistra Comune) e Salvatore Sorci (Sicilia Futura).

«L’idea di proporre l’estensione della ztl in orario notturno è frutto del monitoraggio e del serrato confronto diretto con il territorio, che sempre più frequentemente si è espresso attraverso comitati cittadini e gruppi assembleari spontanei che hanno a cuore il tema della qualità della vita in centro storico» dicono i consiglieri che hanno proposto la delibera.

«Il nascere di questi "luoghi di confronto" caratterizzati da un'eterogeneità interlocutoria per interessi e bisogni, si traduce in riappropriazione del senso di comunità e in una ricerca di soluzioni da proporre alla Pubblica Amministrazione, di cui noi, Consiglieri di Circoscrizione, ci facciamo tramite».

La proposta è stata anche maturata in seno al comitato spontaneo sorto per discutere delle problematiche della via Roma.

«Nell’ultimo anno numerose sono state le segnalazioni di residenti che hanno avuto difficoltà ad accedere persino fisicamente al portone della propria abitazione per via delle auto parcheggiate selvaggiamente in qualunque spazio disponibile». - aggiungono dalla prima circoscrizione.

«A ciò si aggiunge l’inquinamento ambientale ed acustico prodotto da una fruizione non regolamentata, con l’inevitabile conseguenza dell’intasamento delle strade del centro storico. Riteniamo fondamentale inoltre che il potenziamento delle aree di parcheggio, attualmente oggetto di studio da parte del Comune e l’implementazione del servizio di navetta free bus, si combinino con ulteriori forme di agevolazioni inerenti la mobilità (esempio taxi sharing, biglietti ztl notturna a prezzi calmierati, etc.)».

La proposta è stata inviata al sindaco, vicesindaco, all'assessore alla mobilità e al comando della polizia municipale.

Adesso saranno loro a scegliere se accogliere la richiesta, espressione di una buona fetta di residenti del centro storico e convertirla in delibera, quindi renderla operativa.

articoli recenti