MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Andrea Bocelli: concerto benefico a Siracusa

Balarm
La redazione
  • 15 aprile 2011

Lo splendido Teatro greco di Siracusa, con i suoi 2500 anni di storia, farà da sfondo ad un grande concerto di beneficenza organizzato da Fiamme di Solidarietà, che vedrà come protagonista, il prossimo venerdì 1 luglio, il grande talento musicale toscano Andrea Bocelli. L'artista proporrà un repertorio molto vasto che, dalla classica alla contemporanea, includerà anche i suoi più grandi successi, e l'incasso di questa speciale serata sarà interamente devoluto ad associazioni senza fini di lucro indicate personalmente dall'artista.

Il mito internazionale della musica lirica, ha così salutato la nostra terra: «Penso che ci siano davvero pochi luoghi al mondo che abbiano un concentrato di cultura e tradizione come la Sicilia. Una terra che risplende, con affascinante bellezza per la ricchezza delle sue meraviglie naturali e architettoniche. Con gioia destineremo per beneficenza i proventi di questo concerto realizzato grazie al validissimo supporto del Comitato Fiamme di Solidarietà della Guardia di Finanza, promotore e organizzatore della manifestazione».



Con il tenore, al centro della straordinaria scenografia del sito archeologico, saranno presenti il soprano Desirèe Rancatore (Oscar della Lirica 2010), l’Orchestra Sinfonica e il Coro del Teatro Massimo Bellini di Catania diretti rispettivamente dal maestro Marcello Rota e daTiziana Carlini. Il concerto a Siracusa di Bocelli sarà un evento unico e memorabile anche perché unica tappa europea della sua tournèe internazionale per l’estate 2011, che terminerà in settembre a New York con il grande spettacolo al Central Park. Per informazioni è possibile visitare il sito dedicato all'evento www.fiammedisolidarieta.it dove trovare notizie e informazioni utili relative agli artisti e ai circuiti di prevendita dei biglietti. Quattro gli ordini di posti previsti al teatro greco: numerati da 140, 110 e 90 euro, non numerati da 60 euro a cui aggiungere quattro euro di diritti di prevendita.

ARTICOLI RECENTI