CINEMA

HomeMagazineCulturaCinema

"Berlino-Palermo": Beppe Severgnini al Goethe

Nell'ambito del progetto "Va bene?!" ecco la presentazione del film di Beppe Severgnini "Berlino-Palermo", un viaggio tra Italia e Germania

  • 19 gennaio 2011

“Bandire i luoghi comuni e riaccendere la curiosità reciproca”: è questo il motto del progetto “Va bene?!”, ideato dalla direttrice del Goethe-Institut Italien Susanne Höhn, e che ha dato vita a due anni di iniziative in Italia e in Germania, in collaborazione con giornalisti, vignettisti, opinionisti dei due paesi. Venerdì 21 gennaio alle 21, al Goethe Institut Palermo (via Paolo Gili 4) diretto da Heidi Sciacchitano, ecco uno degli appuntamenti del progetto: verrà presentato "Berlino-Palermo", un film di Beppe Severgnini con Mark Spörrle e la regia di Gianni Scimone (con ingresso libero fino ad esaurimento posti).

Berlino-Palermo è una tappa di un percorso di crescita e arricchimento tra i due paesi: racconta il viaggio in treno da Berlino a Palermo (passando per Weimar, Monaco, Bolzano, Milano, Modena, Roma, Napoli, Lamezia, Messina) che Beppe Severgnini, scrittore e giornalista del Corriere della Sera e Mark Spörrle, scrittore e giornalista del settimanale tedesco Die Zeit, hanno fatto insieme alla scoperta di una Germania nascosta e un’Italia meno turistica. Le loro peripezie sui binari italo-tedeschi forniscono tanti dettagli e particolari per cogliere lo spirito di due nazioni ritenute diverse (ma non troppo): dai ritardi alla sporcizia delle stazioni, non solo quelle italiane, agli incontri con controllori - affascinanti lettrici dell’Odissea - a ingegneri che risolvono i problemi con le prese elettriche. I due giornalisti tracciano un itinerario bizzarro dove non solo i luoghi, ma anche lo stesso viaggio e il treno diventano protagonisti di un’ “esplorazione” che svela alcuni aspetti imprevisti e quasi surreali dei due paesi.

E saranno tante le situazioni insolite e divertenti: dalla visita ad Autostadt, meta di un vero pellegrinaggio da parte dei tedeschi che da tutta la Germania vengono a ritirare la propria macchina: “in un’atmosfera di intensa commozione”, alla recita dei ragazzi di Crotone che decantano scioglilingua in tedesco come benvenuto per Spörrle che ricambia con “Apelle figlio d’Apollo”. Dopo la visione del film sarà possibile partecipare ad un incontro con Beppe Severgnini, il regista del film Gianni Scimone, l’interprete Soledad Ugolinelli, e Susanne Höhn. Per ulteriori informazioni potete chiamare il numero del Goethe Institut Palermo 091.6528680.

ARTICOLI RECENTI