MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

"Capo d’Orlando Blues": ecco la XVII edizione

Al via la XVII edizione del "Capo d’Orlando Blues Festival", tra musicisti emergenti e di performer di grande valore, il blues è servito

Irene Leonardi
Giornalista
  • 27 luglio 2010

Torna ad allietare l'estate siciliana il tradizionale appuntamento con il festival Capo d’Orlando Blues, rassegna internazionale di musica blues ormai alla sua XVII edizione, promossa dall’associazione culturale Cross Road Club con il patrocinio del Comune di Capo d’Orlando (Messina). Da giovedì 29 a sabato 31 luglio, il grande blues si metterà “on the road” nella centralissima piazza Matteotti sul cui palco saliranno una trentina di musicisti, tre gruppi internazionali, ed altre formazioni provenienti da diverse parti d’Italia con la presenza anche di musicisti siciliani ai quali, come tradizione, il Capo d’Orlando Blues offre un’ambita ribalta. Tutti i concerti saranno ad ingresso libero e si svolgeranno a partire dalle 21.30, appunto, nella piazza Matteotti, situata nel pieno centro della ridente località balneare.

"Capo d’Orlando Blues" aprirà i battenti giovedì 29 luglio con il gradito ritorno della band partenopea dei Doctor Sunflower, capitanata da Mario “blue train” Insenga, uno dei padri putativi del blues italiano ormai di casa al festival di Capo d’Orlando. Seguirà il duo siciliano Marco Corrao & Davide Rinella, nato da circa un anno, interprete di un blues contaminato che rivela varie influenze. Ancora, direttamente da Londra in esclusiva nazionale, la mitica formazione dei Jive Aces: i pluripremiati inglesi presenteranno una miscela esplosiva a base di rock'n'roll anni cinquanta, standard blues, soul e jump jive in grado di dare la giusta carica agli spettatori di ogni età. Si continuerà venerdì 30 luglio con Max Prandi,storico bluesman nato e cresciuto nella fertile area della bassa padana, quindi con la cantante di New York Dana Fuchs dalla vocalità appassionata e dalla presenza scenica dirompente, che ricordiamo nel ruolo di Sadie in "Across The Universe", il film dedicato ai grandi successi dei Beatles.



L’ultima serata, sabato 31 luglio vedrà sul palco Mauro Ferrarese, il cui repertorio segue le impronte dei grandi padri del blues rurale nato tra gli anni '20 e '40, Delta e Texas blues, Ragtime, Spirituals. Quindi il duo Canale “harmonica” Family con Canale padre (Domenico) e figlio (Fabrizio), che si esibiranno in un duetto di armoniche davvero strabiliante per affiatamento e tecnica. La XVII edizione del "Capo d’Orlando Blues" chiuderà quindi in bellezza con John Primer già componente della Chicago Blues All Stars di Willie Dixon, poi dei mitici Teardrops di Magic Slim, e quindi chitarrista del mitico Muddy Waters, una delle principali forze motrici in attività che aiutano a mantenere in vita il più tradizionale suono del Chicago Blues. Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 0941.912784.

ARTICOLI RECENTI