CULTURA

HomeMagazineCultura

Castelbuono Jazz Festival: musica, cabaret e film

I concerti si svolgeranno alle 21.30 a ingresso libero in piazza Castello, mentre quelli di "Castelbuono d'autore" nella Terrazza del castello dei Ventimiglia

Irene Leonardi
Giornalista
  • 11 agosto 2010

Come ogni estate c'è il jazz, ma da qualche tempo c'è anche il teatro, il cabaret e il cinema. Si rinnova l'appuntamento con il "Castelbuono Jazz Festival", in programma dal 12 al 22 agosto nella suggestiva cornice del paesino medievale in provincia di Palermo e che anche quest'anno la manifestazione che porta la firma di Angelo Butera. Tutti i concerti jazz si svolgeranno alle 21.30 a ingresso libero in piazza Castello, mentre alcuni degli appuntamenti di "Castelbuono d'autore" si svolgeranno nella Terrazza del castello dei Ventimiglia.

Si comincia il 12 agosto con il concerto del Moods 4et capitanato da Orazio Maugeri con Giuseppe Milici special guest d’eccezione; a seguire, alle 22.45, il teatro e cabaret di Paride Benassai e la Palermitana Scenica in SUD, mentre alle 23.45, nella terrazza del Castello, andrà in scena la performance del cabarettista Ivan Fiore tratta dal libretto di Rotella dal titolo "La Sicilia è un’isola circondata dal mare".



Il 13 agosto sarà la volta del concerto-recital dedicato a Fabrizio De Andrè dal titolo "La chiamavano bocca di rosa" con Toti Basso, Edoardo De Angelis, Gianni Guarracino, Mario Incudine, Lucina Lanzara, Marcello Mandreucci, Orazio Maugeri, Massimo Melodia, I Musicanti, Aida Satta Flores con le letture di Stefania Sperandeo. Il concerto sarà preceduto da un incontro, alle ore 18 al ristorante La Lanterna, in salita al Monumento, dal titolo "Non sono solo canzonette" con Edoardo De Angelis sulla musica d’autore in Italia. Alle 23.45 andrà in scena la seconda puntata de "La Sicilia è un’isola circondata dal mare" di e con Ivan Fiore.

Il 14 agosto saliranno sul palco i Chicago Stompers, la formazione di "hot jazz" più "giovane" d'Italia (età media di soli 20 anni), l'unica band della penisola specializzata nel repertorio delle orchestre statunitensi operanti tra il 1924 e il 1931. A seguire, alle 22.45, verrà proiettato “Enzo Domani a Palermo” di Ciprì e Maresco, mentre alle 23.45 andrà in scena la terza puntata de "La Sicilia è un’isola circondata dal mare" di e con Ivan Fiore.

Il 15 agosto tocca alla Nica Banda capitanata dal compositore, fisarmonicista e pianista Ruggero Mascellino, mentre alle 22.45 salirà sul palco il giovane Manfredi Di Liberto con lo spettacolo di cabaret "Assolo". Alle 23.45 conclude la serata la quarta puntata de "La Sicilia è un’isola circondata dal mare" di e con Ivan Fiore. Il 16 agosto è la volta del concerto del cantautore e chitarrista Sergio Caputo dal titolo "La notte è un pazzo con le méches", mentre alle 22.45 verrà proiettata "La Dolce Vita", come omaggio a Fred Buscaglione.

Il 17 agosto l'appuntamento è con il concerto di Overstep Jazz Vibraphone Mazzamuto’s Quintet, il quintetto capitanato dal vibrafonista giuseppe Mazzamuto, mentre a seguire, alle 22.45, salirà sul palco lo storico cantautore Mimmo Cavallo per un concerto dal titolo “L’uomo che parlava di Sud quando il Sud non era di moda”. Il 18 agosto tocca alla formazione di Javier Girotto e Aires Tango, mentre alle 22.45 verrà proiettato "Dreaming Palermo", il film documentario diretto da Mario Bellone con la collaborazione della cosceneggiatrice Valeria Ferrante.

Il 19 agosto è la volta del D Quartet composto da Davide Rinella all'armonica, Roberto Gervasi alla fisarmonica, Gianluca Liberatore al contrabbasso e Fabrizio Pezzino alla batteria. A seguire, alle 22.45, è la volta de Le Cozze, storica band irriverente palermitana con una performance dal titolo “Bombolaro Yes”. Si chiude alle 23.45 con la proiezione del film “L’anima di un uomo” di Wim Wenders. Il 20 agosto l'appuntamento è con il Sebastiano Alioto Quartet, poi alle 22.45 la performance "Ballata mediterranea" e a seguire la proiezione del film “Piano Blues” di Clint Eastwood. Il 21 agosto tocca al jazz con la "j" maiuscola con il concerto di Fabrizio Bosso e Antonello Salis, mentre alle 23.45 verrà proiettato "Miles Gloriosus", tributo a Miles Davis di Ciprì e Maresco.

Si chiude il 22 agosto con il concerto dei Sicily Stars, formazione nata da un idea di Mara Eli e Alfredo Lo Faro, per un comune obiettivo: convogliare su un unico palco i più grandi musicisti siciliani apprezzati nel mondo con un repertorio internazionale caratterizzato dal coraggio e dal desiderio di non migrare, ma di continuare a vivere la Sicilia foriera di travagliate emozioni da tradurre in musica. A seguire i tradizionali giochi pirotecnici.

ARTICOLI RECENTI