TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Ccp Agicantus: i "palermitani" di Gianni Nanfa

Si chiude “Palermo non scema” con lo spettacolo del comico-professore, che smaschera l’indole palermitana a non riconoscere i propri errori e farne virtù

  • 1 settembre 2010

Si conclude la tredicesima edizione di “Palermo non scema”, storica rassegna (per maggiori informazioni è possibile consultare il link www.balarm.it/articoli/vis.asp?idarticolo=6210) organizzata dal Ccp Agricantus (via Nicolò Garzilli 89, Palermo), con Lei è palermitano? Allora…” di Gianni Nanfa, maestro del cabaret siciliano. Lo spettacolo, a cui si potrà assistere da giovedì 2 a domenica 5 settembre alle 22.15 nell’isola pedonale di via XX Settembre, racconta dei vizi e virtù del più classico dei palermitani, che le regole se le fa da sé, si vanta dei propri errori trasformandoli in note di merito e parlandone con i propri amici per farsi bello (le quotidiane infrazioni automobilistiche ne sono solo un esempio…).

Una sorta di descrizione socio-umoristica da parte del professore, noto docente di latino e greco che da sempre è riuscito a far convivere la sua grande passione del cabaret (e a farne diventare il suo lavoro) con la carriera scolastica e che da oltre trent’anni calca i palchi siciliani e di tutta Italia. Sono ormai lontani i tempi in cui cominciò a far ridere il popolo siciliano col suo humour colto ma allo stesso tempo “casareccio”, però gli anni non sembrano affatto passati per Nanfa che fa della sua verve linguistica il suo punto di forza.

Lo spettacolo è arricchito dai brani ironici e malinconici del cantautore Massimo Melodia, che fece parte della compagnia dei “Travaglini”, di cui fu co-fondatore insieme a Gigi Burruano e successivamente capo-comico lo stesso Nanfa. L’ingresso è, come al solito, variabile a seconda dei posti: 6 euro per chi decidesse di stare in platea, 4 euro per la platea web, 4 euro al tavolo e 1 euro in piedi. Il sito di riferimento, dove è possibie avere ulteriori informazioni e acquistare anche i biglietti online è www.agricantus.org.

ARTICOLI RECENTI