TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

Con Balarm abbonarsi al Teatro Biondo costa di meno

Balarm.it in collaborazione esclusiva con il Teatro Biondo offre ai propri lettori trenta abbonamenti scontati del 40% per assistere agli spettacoli della nuova Stagione

Balarm
La redazione
  • 20 ottobre 2016

«Vorrei che i palermitani sentissero il Teatro Biondo come la loro casa». Questo il desiderio del direttore del Teatro Biondo, Roberto Alajmo, che invita i suoi concittadini lanciando il messaggio «Lasciatevi emozionare!». 

Balarm.it, in collaborazione esclusiva con il Teatro, offre ai propri lettori un'ulteriore possibilità di "emozionarsi" mettendo a disposizione trenta abbonamenti alla nuova Stagione 2016/2017 (visualizza il programma) con uno sconto del 40% sul prezzo intero limitatamente al secondo e terzo settore (visualizza i costi interi degli abbonamenti).

L'offerta, valida fino al raggiungimento dei trenta abbonamenti, è applicata alla tariffa intera di qualunque tipologia di abbonamento escluso il primo settore. È possibile abbonarsi fino al 6 novembre.

Per ottenere l'abbonamento scontato del 40% è necessario inviare una mail all'indirizzo redazione@balarm.it con oggetto "PROMO ABBONAMENTO TEATRO BIONDO". All'interno della mail devono essere riportati i nomi e cognomi di coloro che desiderano abbonarsi.

La redazione di Balarm provvederà immediatamente a inviare una mail di conferma con tutte le indicazioni necessarie per acquistare l'abbonamento al botteghino del Teatro Biondo (entro la mattina del 6 novembre).

Per tutte le informazioni sulla promozione è possibile contattare la redazione di Balarm al numero 091.326428 (da lunedì a venerdì, ore 10.00 - 17.00). Il botteghino del Teatro (telefono 091.7434341) è aperto da martedì a sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, domenica dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 19.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE