L'APPLICAZIONE

HomeMagazineStudenti

Con il progetto "TrafficO2" Palermo diventa "smart city"

La città di Palermo è pronta ad abbracciare "TrafficO2", il progetto di innovazione sociale destinato a rivoluzionare le nostre abitudini in materia di mobilità

Roberta Giordano
Ospite
  • 12 novembre 2013

Negli ultimi anni, il concetto di “smart city - città intelligente” si è largamente diffuso nel tentativo di scuotere le coscienze civiche degli abitanti di tutto il mondo. Riconoscendo l’importanza di garantire ad ognuno e con l’aiuto di ognuno una qualità di vita che sia di qualità - gioco di parole voluto - conciliando le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni, la città di Palermo è pronta ad abbracciare “TrafficO2”, progetto di innovazione sociale destinato a rivoluzionare le abitudini in materia di mobilità urbana.

Dal 21 al 23 novembre, la Sala delle Capriate di Palazzo Chiaramonte-Steri a Palermo, accoglie “Mobility, behaviours: apps” workshop realizzato nell’ambito del piano per la mobilità sostenibile, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo e rivolto agli studenti delle facoltà di Architettura, Ingegneria e Scienze della Formazione.

Gli studenti del III anno interessati possono inviare la propria candidatura registrandosi al sito www.traffico2.com e compilando l’apposito form. “Mobility, behaviours: apps” regala agli studenti selezionati la possibilità di “lavorare concretamente ad un progetto, comprenderne le potenzialità e pianificarne le attività” - come si ascolta nello spot che pubblicizza l’evento - all’interno di un team interdisciplinare coordinato da tutor preparati e professionisti di “idee smart”. Gli studenti sono chiamati a testare un’ app per smartphone in grado di rendere più funzionale e all’avanguardia la città; una città da vivere in modo sano ed intelligente.

Al termine della tre giorni sperimentale, gli studenti, vedono riconosciuti 3 CFU (crediti formativi universitari) e diventano tester ufficiali di "TrafficO2". Una collaborazione destinata a durare nel tempo: i partecipanti al workshop continuano ad usare sui propri smartphone una versione alfa privata dell’app da recensire periodicamente, così da migliorarla e potenziarla da un punto di vista funzionale e grafico.

“Move, Play, Win”, questo, lo slogan di “Mobility, behaviours: apps”. La nuova applicazione, infatti, rappresenta una svolta da un punto di vista ambientale ed economico per i cittadini di cui TrafficO2 premia la scelta giusta in materia di mobilità grazie all’accordo “premi in cambio di spostamenti sostenibili, contro traffico ed inquinamento.

Il progetto TrafficO2 - che nel 2012 ha vinto il bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - nasce dall’idea dell’associazione no profit palermitana PUSH che si propone di “sviluppare soluzioni efficaci e sostenibili nella progettazione di smart cities, al fine di innescare nuove politiche urbane e sociali”.

Un progetto nato in città e per la città, patrocinato dal Comune di Palermo, dall’Università degli Studi di Palermo e dall’AMAT in collaborazione con importanti partner tecnici: l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino, il Google Developer Group di Palermo e la conversation agency milanese We Are Social.

articoli recenti