SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

Due progetti di recupero urbano

Balarm
La redazione
  • 3 marzo 2006

La Giunta comunale di Palermo ha dato l'ok per due progetti di riqualificazione urbana, che saranno presentati a una selezione appositamente bandita dalla Regione Siciliana. Si tratta del completamento della Biblioteca comunale e della ristrutturazione dei locali da destinare al servizio del museo Euromediterraneo delle arti contemporanee alla Zisa. Il completamento della Biblioteca comunale sarà attuato con la ristrutturazione della chiesa dei santi Crispino e Crispiniano. I locali verranno adibiti a un centro culturale e di aggregazione, e ospiteranno un museo di pertinenza della Biblioteca comunale. Al suo interno verranno esposte collezioni di grande valore, finora non accessibili da cittadini e turisti. Sono previste inoltre strutture di servizio come bar, bookshop e ambienti per uffici. L'importo totale del progetto è di quattro milioni e 435 mila euro, ma si punta a ottenere il finanziamento regionale, che consentirebbe all'amministrazione di Palazzo delle Aquile di coprire col proprio bilancio solo il 10% del costo globale, equivalente a 443 mila euro.

Adv
Il Museo euromediterraneo delle arti contemporanee sarà invece realizzato anche col recupero del padiglione B dei Cantieri culturali alla Zisa, al servizio dell'area museale vera e propria che sorgerà invece all'interno del padiglione A, per il cui allestimento la gara d'appalto è già stata aggiudicata nell'ambito del PIT "Palermo Capitale dell'Euromediterraneo". Il capannone B subirà interventi di ristrutturazione e di restauro architettonico, e verrà dotato dei servizi necessari per lo sviluppo del polo museale, oltre a strumentazioni sofisticate per il controllo ambientale, in linea con gli standard del circuito internazionale di arte contemporanea. Come misure di sicurezza verranno realizzati dei sistemi per il monitoraggio degli impianti di illuminazione, di climatizzazione e antincendio. Il progetto costerà tre milioni di euro, di cui 180 mila a carico del bilancio comunale. Il Comune ha garantito infatti la copertura del 6% dell'importo, reperendo le risorse attraverso il fondo "Fas - Riserva Aree Urbane".
da.s.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI