CULTURA

HomeMagazineCultura

Festino, dodici i cantanti in scena

Balarm
La redazione
  • 27 giugno 2005

Saranno dodici i cantanti che si esibiranno dal vivo a Palermo dal palco del Palazzo Reale e da quello della Cattedrale, la notte del 14 luglio, in occasione del 381° Festino di Santa Rosalia. Il cast vocale è composto da cinque palermitani e da sette interpreti provenienti da altre parti d’Italia, che nel racconto teatralizzato dell’epidemia di peste e della liberazione ad opera della Santuzza, accompagneranno gli attori Remo Girone (Viceré Emanuele Filiberto), Jean Sorel (cardinale Giannettino Doria), Roberto Herlitzka (Marco Gezio) e Marco Foschi (Anton Van Dick). Il Festino, diretto da Davide Rampello, è, infatti, anche quest’anno, uno spettacolo teatrale in forma di opera moderna, dove la musica, composta da Mario Saroglia, accompagna l’intreccio scenico e anzi ne è, per lunghi momenti, elemento protagonista. Il cast di attori e cantanti eseguirà in scena i brani recitati e musicali. Le musiche di scena sono, inoltre, state registrate su un cd realizzato dalla Omnia Beat per conto del Comune di Palermo.

Adv
Questi i cantanti in scena: Laura Mollica presta la sua voce al popolo palermitano nel brano iniziale, Genti ri Palermu, diventa sensuale ammaliatrice in Sciuscia ’nno focu, il brano corale, a cui é affidata la descrizione della Palermo dei vicoli, e reinterpreta il classico Morsi cu morsi, brano classico della tradizione palermitana, che descrive il dramma del contagio di peste che si sta diffondendo in città. Antonio Tarantino e Mario Incudine aprono lo spettacolo con Genti ri Palermu, dando il benvenuto agli stranieri che si trovano a Palermo. Sara Cappello, in Figghiu miu, ciatu miu, rende il dolore di tutte le madri davanti alla morte del proprio figlio. Valeria Milazzo interpreta Rosa suavi, leit motiv del Festino dedicato con devozione alla Santuzza. Sagì Reitan, israeliano, residente a Bergamo, è l’ultima voce in Genti ri Palermo e duetta con la solista in Rosa Suavi. Luisa Mauro (mezzosoprano), lussemburghese, ma italiana di adozione, e Marina Morelli (soprano), cremonese, in Viniti! Taliati! rendono l’immagine di una Palermo fastosa e ricca, popolare e scanzonata, ma anche piena di nobiltà e cultura. Letizia Turrà, calabrese, ci accompagna in Verso Sud, rendendo il clima avventuroso e carico di aspettative. Elisa Rosselli, toscana, canta un’Ave Maria dalle inflessioni nordafricane e spagnoleggianti. Ranieri Di Biagio, milanese, canta la toccante preghiera Pater Noster. Angela Baggi, milanese, col Gloria in Excelsis Deo trasmette gioia e speranza nei miracoli di Santa Rosalia.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI