CULTURA

HomeMagazineCultura

“Kals’Art Winter”, la Kalsa protagonista

Balarm
La redazione
  • 6 dicembre 2004

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Intrattenimento e valorizzazione dei beni culturali presenti sul territorio: si apre “Kals’Art Winter”, la manifestazione natalizia organizzata dal Comune di Palermo che quest’anno avrà al centro delle sue attenzioni la Kalsa e gli stucchi del Serpotta. “Kals’Art Winter”, coinvolgerà, fino al 6 gennaio il quartiere arabo di Palermo, già al centro della scorsa rassegna estiva, con concerti di star internazionali, la riapertura della Palazzina Cinese dopo vent´anni di chiusura, spettacoli teatrali ambientati nel Settecento, un ArtBus che percorrerà un itinerario che si snoda tra oratori del Serpotta e chiese e il Capodanno a piazza Castelnuovo con il concerto di Claudio Baglioni.

Il programma di “Kals’Art Winter”, presentato dal direttore artistico Davide Rampello insieme al sindaco Diego Cammarata e all´assessore regionale ai Beni culturali Alessandro Pagano, prevede nei weekend a partire dall’11 dicembre fino al 6 gennaio, un itinerario artistico che toccherà chiese e oratori del centro storico, recentemente restaurati, in cui sono custoditi alcuni capolavori del Serpotta, il grande scultore del Settecento palermitano ed europeo. Per seguire meglio questo percorso, i visitatori potranno usufruire di un bus-navetta personalizzato: un ArtBus che collegherà i vari siti. Le visite, organizzate dall´associazione Amici dei musei siciliani, si terranno tutti i sabati e le domeniche, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, con ingresso gratuito. "Maree d´inverno", invece, è il titolo della sezione dedicata ai concerti, che prenderà il via il 10 dicembre nella chiesa di San Francesco con Z Star (chitarra e voce), il 18 dicembre con il new age della tibetana Yungchen Lhamo a Santa e il 22 dicembre con le melodie arabo-spagnole di Yasmin Levi alla Gancia. Gli appuntamenti musicali andranno avanti fino al 6 gennaio con un concerto in Cattedrale dedicato a Santa Rosalia, seguito da una visita notturna al Museo diocesano. Gli altri protagonisti di “Kals’Art Winter” saranno Gianni Gebbia e Daniele Camarda, l´Orchestra femminile di Sofia, i Duke Ellington Singers, Laura Mollica e il Palermo Spiritual Ensemble. I concerti avranno inizio alle 21 con ingresso gratuito, e saranno preceduti da una introduzione di Pierfrancesco Palazzotto e Gaetano Basile.



Con lo spettacolo teatrale "La vita al tempo del Serpotta" di Luca Masia con la regia di Walter Manfrè in scena dal 21 al 23 dicembre a Palazzo Sant´Elia, si apre la sezione dedicata al teatro. Mentre dal 27 al 30 dicembre all´Oratorio dei Bianchi si replica "La vita del Serpotta" con Ludovico Caldarera. Capodanno al Teatro Garibaldi con "L´Oratorio per don Giuseppe" di Franco Scaldati, che verrà replicato il primo gennaio. Il teatrino Ditirammu sarà protagonista per le giornate di Natale e Santo Stefano, mentre i pupi siciliani delle famiglie Argento e Mancuso muoveranno i loro fili il 19 e 20 (in via Pietro Novelli) e il 22 e 23 (via collegio di Maria). "Tv plaid", invece, è il titolo dell’iniziativa in programma palazzo Bonagia, il 10, 11 e il 17 e 18 alle 21 con la proiezione di film e commedie da Totò a De Filippo, da Govi a Campanile, sul tema del Natale. Il gadget-ricordo sarà appunto la coperta a quadretti per affrontare gli spifferi dello scenografico palazzo nobiliare. Infine spazio anche alle luminarie, presepi e alberi: nella chiesa di San Mattia al Noviziato verrà allestita la scultura che riproduce la natività del Serpotta, mentre in piazza Politeama sarà collocato un abete di 22 metri. Saranno riproposte le decorazioni serpottiane dello scorso anno, a piazza Verdi, oltre alle piante di agrumi, sarà collocato un albero di 13 metri, donato da Lottomatica e addobbato con 120 metri di luci colorate.

«Con la riproposizione del Kals’art per il periodo delle festività natalizie e di fine anno – ha sottolineato il Sindaco Diego Cammarata – manteniamo l’impegno che abbiamo assunto dopo il grande successo registrato dalla manifestazione nei mesi estivi. “Kals’Art Winter” riprende alcune delle iniziative che avevano caratterizzato il natale 2003, valorizzando ulteriormente lo straordinario patrimonio barocco della nostra città e rimettendo al centro dell’attenzione la grande tradizione culturale ed artistica del Serpotta. Prosegue – ha aggiunto il sindaco Cammarata – anche la valorizzazione del quartiere della Kalsa, che già era stato protagonista della scorsa estate: anche per queste festività natalizie, i palermitani ed i turisti potranno assistere ad una serie di spettacoli e concerti di qualità in alcune straordinarie cornici, prima fra tutte quella di Palazzo Bonagia, mentre torneranno ad aprirsi le porte degli oratori, delle chiese e dei palazzi. “Kals’Art Winter” si ripropone, inoltre, come occasione di sinergie fra diverse istituzioni ed occasione di collaborazione concreta fra rami diversi dell’Amministrazione. Ciascuno, partecipando attivamente – Comune, ma anche Regione attraverso la Sovrintendenza, Provincia e Curia arcivescovile – contribuisce ad un grande progetto che sta dando eccellenti frutti non soltanto dal punto di vista culturale ma anche da quello urbanistico».

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE