TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

La verità sul cardinale Rampolla

Balarm
La redazione
  • 18 settembre 2006

Ultimo appuntamento della rassegna “Palcoscenico Palermo” a Villa Pantelleria (nella via omonima, traversa di viale Strasburgo) il 25 settembre, alle 21.15. A chiudere sarà lo spettacolo del drammaturgo e giornalista Antonio Giordano15 –Cardinale”, che ha vinto a Roma nel novembre 2005 il premio nazionale “Palcoscenico per la storia”. In un gioco di botta e risposta e di colpi di scena, nel corso della rappresentazione si apprenderà la verità, frutto di ricerche condotte personalmente dall’autore, sulla mancata elezione al soglio pontificio del cardinale Mariano Rampolla del Tindaro, siciliano di Polizzi Generosa e Segretario di Stato, che sarebbe dovuta avvenire nel 1903 alla morte di Leone XIII.

La versione ufficiale vuole che a contrastare l’elezione sia stato Francesco Giuseppe d’Austria che allora pose il veto, nonostante la maggioranza assoluta raggiunta dal Cardinale fin dalla prima votazione. Si dice che l’Imperatore abbia attribuito al Cardinale la responsabilità del suicidio del figlio, l’Arciduca Rodolfo, e della sua amante, Maria Vetzera, avvenuto nel castello di Mayerling. Il Rampolla, infatti, aveva negato al principe l’annullamento del suo matrimonio che gli avrebbe consentito di sposare la Vetzera. Da qui l’ira di Francesco Giuseppe.

E se la verità fosse un’altra? Vedere lo spettacolo per credere! Il dramma è ambientato nel 1913 poco prima dell’improvvisa morte del Cardinale. Nel ruolo del protagonista il noto attore Dino Spinella che ha a lungo studiato la figura del Rampolla, recependone il carattere altero ma al contempo generoso, progressista e aperto alle innovazioni. Tra gli altri attori in scena: Daniele Davì, Silvia Scuderi Filippo Renda e Serena Manuguerra. Il prezzo di ingresso è di euro 3.50.
lau.sim.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE