LA PREMIAZIONE

HomeMagazineLifestyle

"Lusso e Gusto": il brand Sicilia amato dagli americani

Durante la terza edizione di "Lusso e Gusto Award" sono state premiate tre aziende siciliane: Antichi Granai, Conti Nobile Natura e le Cantine Bonfiglio

  • 2 febbraio 2017

Il gusto e l'arte culinaria che caratterizzano i prodotti tipici siciliani, è noto, piacciono tanto ai turisti che vengono in Sicilia e, con questa scusa, ne approfittano per assaggiare piatti dolci e salati della tradizione isolana.

A conferma di ciò, in occasione della cerimonia di insediamento del quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, sono state premiate tre aziende siciliane: Antichi Granai di Enna, Conti Nobile Natura di Tortorici e le Cantine Bonfiglio di Messina.

Il riconoscimento è stato attribuito durante la terza edizione di "Lusso e Gusto Award", organizzato da Lusso e Gusto, un sistema digitale di promozione del patrimonio enogastronomico italiano e dell’Italia del merito, ideato dalla giornalista Katia La Rosa.

L'evento internazionale si è svolto nella cornice di Palazzo Ferrajoli a Roma, in diretta con gli Stati Uniti, con l'obiettivo di rappresentare e unire due popoli, quello italiano e quello americano, attraverso l'arte culinaria.

Oltre alle degustazioni di prodotti tipici regionali italiani come vini, nocciole, taralli, olio, pizza e aloe, alcuni chef latino-americani hanno abbinato con successo i piatti della cucina andina con quella italiana, quasi a voler sottolineare come l'enogastronomia possa essere anche un proficuo mezzo di crescita geopolitica.

La manifestazione mira a promuovere l'idea che l'incontro tra culture diverse passa anche attraverso il gusto. Valorizzare la produzione autoctona attraverso una vetrina di alto profilo internazionale costituisce un punto di partenza importante per poter esportare ovunque il brand Sicilia.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI