HomeMagazineCulturaArte

"M'illumino di meno, d’altro" a Palazzo Petrulla

Giornata del Risparmio energetico per aiutare l’ambiente e produrre energia pulita: una mostra utilizzando delle torce a dinamo e torce a luce solare

  • 11 febbraio 2010

Risparmio energetico e arte: connubio sicuramente originale, unione che può sensibilizzare sia al rispetto dell’ambiente che all’arte contemporanea. È questo lo scopo della Giornata del Risparmio Energetico - lanciata dalla popolare trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2 - che quest’anno, giunta alla sua sesta edizione con la manifestazione M’illumino di meno, si terrà anche a Palermo (ingresso libero) venerdì 12 febbraio.

Dopo il successo delle scorse edizioni, con l’adesione di migliaia di ascoltatori e di intere città sia in Italia che all’estero, quest’anno l’appello a rispettare un simbolico “silenzio energetico” si trasforma in un invito a partecipare a una festa dell’energia pulita. L’associazione culturale l’Altro ArteContemporanea ospiterà a Palazzo Petrulla (in via Torremuzza alla Kalsa) la mostra M’illumino di meno, m’illumino d’altro con opere di trentotto artisti provenienti da tutta la Sicilia: alle 18 insieme a migliaia di persone in tutta Italia sintonizzate su Radio 2 “Caterpillar”, si spegneranno le luci di normale consumo e si produrrà luce pulita. L’idea è quella di illuminare la mostra utilizzando delle torce a dinamo e torce a luce solare, distribuite all’ingresso ai visitatori, e di avvalersi di attrezzi sportivi chiamati krankcycile attrezzati sempre con luci a dinamo che saranno azionati anche dagli stessi visitatori.



Grazie all’energia pulita prodotta dal pubblico della mostra si potrà creare una atmosfera surreale, con una maggiore attenzione verso la lettura per le opere, oltre che verso le risorse energetiche alternative. Durante la giornata inaugurale, oltre alla visione delle opere di scultori, pittori e fotografi, saranno ospiti il Trio Pi Prio (composto da Daniela Mollica, alle percussioni e chitarra; Laura Mollica, alla fisarmonica; Germana Salone, la voce del gruppo, con Giuseppe Costanzo al violino) e si terrà una lezione di kranking tenuta da Attilio Bondi, producendo luce pulita. La mostra proseguirà fino a venerdì 26 febbraio, aperta al pubblico unicamente dalle 18 alle 20 sempre giocata sul buio e sull’utilizzo della luce pulita, durante la quale ci saranno momenti di lettura, di musica, di teatro sempre utilizzando fonti di “energia alternativa”.


ARTICOLI RECENTI