ALTERNTIVE

HomeMagazineCulturaMusica

Marsh Mallows, a tutto hard-core

  • 10 aprile 2004

Torna la B-Sucker Connection ad allietare la Pasqua palermitana con un nuovo appuntamento punk rock, domenica 10 aprile infatti saranno i Marsh Mallows a calcare alle 22 il palco dello Zsa Zsa Art Factory di Palermo (via Francesco Angelitti 30, ingresso 3 euro). Il gruppo è uno di quelli che hanno saputo farsi strada: nati nel ’98 fanno gavetta come tutti i gruppi tra cover e qualche pezzo proprio, ma  nel 2000 la band svolta: “Alcatraz”, loro primo disco, riceve ottimi consensi di critica e prendono parte ad una serie di importantissimi concerti con gruppi quali Shandon, Pornoriviste, Dropkick Murphy's, Elio e le Storie tese, Linea77, Punkreas, Derozer, Persiana Jones.

Il gruppo, con il suo hard-core melodico di stampo americano con accenti metal (cantato insolitamente in italiano), riesce a farsi apprezzare anche dai capoccia del management tanto che nel 2002 hanno l’onore di aprire i concerti dei Bad Religion, Ska-P e dei redivivi Dead Kennedys, e inoltre girano il video live della canzone “Orgoglio criminale” che entra nella programmazione di Match Music, Rock Tv e a SuperRock su MTV. L’anno successivo la band viene contattato dalla Urlo Records, che le offre la possibilità di incidere un nuovo disco, distribuito dal colosso musicale  EMI: nasce così “Qualcosa di nessuno”, seconda fatica del gruppo che grazie ad ottime critiche e sostanziosi responsi commerciali, li  porta ad intraprendere  un tour italiano tutto loro e a partecipare a numerosi festival. Domenica sera avremo l’occasione di apprezzare un’ottima band che ha saputo farsi valere nella scena nazionale, a noi rimane soltanto un po’ d’amaro in bocca pensando che certe opportunità qui da noi sono molto rare a presentarsi.

ARTICOLI RECENTI