MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Mikalsa: gli Eimog presentano il loro “Scenario”

Il gruppo agrigentino ha pubblicato il primo album della carriera e adesso lo presenterà attraverso una serie di concerti prima in Irlanda e poi in Italia

  • 18 gennaio 2010

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Un'esperienza vissuta colma di sensazioni, percezioni, decisioni, idee, sorrisi, paesaggi sonori, atmosfere sognanti e catarsi musicale espressa attraverso la sola esecuzione strumentale e in meno di un’ora di tempo: stiamo descrivendo il contenuto di “Scenario” (prodotto dall’etichetta Sudway Production), il debut album degli Eimog, quintetto agrigentino, che martedì 19 gennaio alle 22.30 sarà presentato in concerto al pubblico palermitano del Mikalsa bar ( via Torremuzza 27, Palermo; ingresso 3 euro), dove sarà inoltre possibile acquistarne le copie (10 euro).

La band formata da Davide Lo Iacono (Chitarra e piano), Vincenzo Greco (basso), da Carmelo Barcellona (chitarra), da Rosario Cimino (batteria) e Davide Indelicato (Pianoforte e chitarra) si è formata nell’autunno del 2005 e in quasi cinque anni di lavoro e concerti è riuscita ad attirare l’attenzione del pubblico e della critica di settore, grazie soprattutto alle atmosfere musicali particolari che riesce a trasmettere anche durante l’attività live. Hanno scelto di esprimere le loro idee attraverso la musica strumentale perché considerata l’espressione musicale che più si avvicina al principio classico dell’esecuzione e quindi alla musica classica tutta, cosa che peraltro la band dichiara di apprezzare tantissimo. Nel 2008 le esperienze maturate nei tre anni di attività che nel frattempo sono trascorsi dalla loro unione vengono racchiuse in un primo Ep intitolato “Early” contenente quattro brani, due dei quali, “Oceanic” e "The last step over” , saranno inclusi poi in una compilation distribuita in Italia, Giappone e Corea.



Il mini album è stato subito pubblicizzato attraverso la loro pagina di myspace (www.myspace.com/eimogmusic) e ben accolto dalla critica in Europa, America e persino in Asia. Nello stesso anno sono stati impegnati in un’intensa attività concertistica che li ha visti calcare anche i palchi più importanti presenti nella loro Sicilia come quello allestito per l’Italia Wave Band festival (sono inoltre giunti due volte alle finali), quello prestigioso del Ypsigrock di Castelbuono, dove hanno peraltro diviso il palco con artisti del calibro di dj Apparat e il cantautore Paolo Benvegnù, fino a giungere a quelli del circuito nazionale come quello del famoso Mei (Meeting dell’Etichette Indipendenti) di Faenza. Nel 2009 l’ormai consolidata esperienza musicale li condurrà a comporre i sei brani che verranno racchiusi in seguito in “Scenario”, registrato a Siracusa, sotto la supervisione di Toti Valente (Albanopower), e mixato e masterizzato ai prestigiosi Nautilus Studios di Milano.

L’album rappresenta un tentativo di esprimere le esperienze maturate da ogni singolo membro della band, sia umanamente che artisticamente, nel corso degli ultimi anni. «Scenario ha avuto una gestazione lunghissima – ha dichiarato Davide Lo Iacono - quasi un anno. Abbiamo volontariamente deciso di esiliarci totalmente, chiusi in una stanza tre metri per due, per potere lavorare alla scrittura di questo nuovo, primo e ufficiale vero disco degli Eimog. Al momento siamo in fase promozionale e ci si prepara a questo mini tour irlandese. Poi si spera di poter girare lo stivale e magari di nuovo in Europa e USA». Le sonorità dell’album vengono arricchite dall’intervento degli archi del violoncellista Jasha Parisi e della violinista Sarah Diana.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE