MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Ritmi dall’Africa al Non solo Alive

Un trio di africani che si sono incontrati a Palermo e che, non dimenticando l’amore per la musica, hanno deciso di dare vita a vari progetti musicali

Balarm
La redazione
  • 16 gennaio 2004

Il Teranga è il paradiso terrestre dei senegalesi. Ed African Teranga è il nome di un giovanissimo trio, nato solo da un paio di mesi, di afro world music che suonerà all’Associazione culturale Non solo Alive, in via De Spuches 4 a Palermo, venerdì 16 gennaio alle ore 22 (ingresso libero). «Nessuno di noi tre viene dal Senegal. - Dice Victor, percussionista del gruppo e laureando in architettura – Il mio paese è il Ruanda, anche se sono in Italia ormai da nove anni, quello di Frederic la Costa d’Avorio e Johnny, il chitarrista, viene dal Togo. Ma abbiamo preferito un nome neutro. La nostra musica risente delle nostre diverse culture e riusciamo a miscelarle per creare qualcosa di originale».

Un trio di africani che si sono incontrati a Palermo e che, non dimenticando l’amore per la musica, hanno deciso di dare vita a vari progetti musicali. «Due di noi – continua Victor – suonano già da tempo nei Djely d’Afrique, attivi da cinque anni in città, mentre da poco abbiamo deciso di dare vita a questo nuovo trio». A parte la chitarra classica, i loro strumenti sono tipicamente africani: djembè, bongos, tchimbao, tamà (un tamburo “parlante”) e calebasse. E alla domanda sul ruolo della musica nella loro vita, Victor risponde: «La musica è per noi una passione e un divertimento e, certo, troviamo anche il modo di arrotondare i nostri introiti mensili ma al sud è veramente difficile vivere di concerti».

ARTICOLI RECENTI