CINEMA E TV

HomeMagazineCulturaCinema e Tv

"Sicilia Queer filmfest": IV edizione ai Cantieri alla Zisa

Un calendario fitto di appuntamenti nella IV edizione del festival cinematografico glbt "Sicilia Queer", dal 5 all'11 giugno, ai Cantieri culturali alla Zisa di Palermo

Anteprime cinematografiche, incontri, seminari universitari e l’avvio di nuove collaborazioni, queste sono le iniziative in programma nella IV edizione del "Sicilia Queer filmfest", il festival cinematografico diretto da Andrea Inzerillo (direzione artistica) e Tatiana Lo Iacono (direzione organizzativa), che si svolgerà quest’anno dal 5 all’11 giugno al cinema De Seta ai Cantieri culturali alla Zisa di Palermo.

L'inaugurazione del Festival è venerdì 4 giugno nella sala grande del Teatro Biondo di Palermo, con il quale è stata avviata una forte collaborazione. L'intesa con il Biondo nasce dall'idea da parte del Sicilia Queer di adottare il teatro palermitano nel mese di maggio, per un "Maggio Queer" dedicato al tema importante dello stigma riguardante le famiglie omogenitoriali che merita tutta l’attenzione delle forze sociali, politiche e culturali. Il programma prevede: un laboratorio teatrale, lo spettacolo "A fondo" di Giovanni Lo Monaco, e i laboratori con Enrico Roccaforte, Emma Dante e Filippo Luna (è già possibile consultare il bando per le selezioni sul sito del SQFF e del Teatro Biondo).

Il 17 maggio, in occasione della "Giornata mondiale per la lotta contro l'omofobia", saranno invitati gli studenti delle classi finali degli Istituti superiori di Palermo, alla proiezione del film "I ragazzi stanno bene" di Lisa Cholodenko. A seguire avrà luogo una tavola rotonda con le "Famiglie Arcobaleno" ed Emma Dante sul tema: "Famiglie omogenitoriali e dintorni", mentre la sera è previsto lo spettacolo teatrale "Ballarini", scritto e diretto da Emma Dante, e interpretato da Sabino Civilleri e Manuela Lo Sicco. Infine il 30 e 31 maggio sarà replicato, al Teatro Biondo lo spettacolo "You know… di Dio e del sesso", scritto e diretto da Giovanni Lo Monaco e interpretato da Filippo Luna.

Il Festival ha instaurato fin dal primo anno della sua costituzione un tessuto ampio di collaborazioni con la città. Tra queste, quella con l’Università di Palermo che è partner anche per il 2014 della realizzazione di "Prospettiva Queer", un ciclo di seminari (dal 20 gennaio al 5 maggio) sulle diverse forme di discriminazione, accompagnati dalla visione guidata di film. I seminari sono rivolti agli studenti delle Facoltà di Lettere e Filosofia e di Scienze della Formazione dell’Università di Palermo e sono dedicati quest'anno al tema del "Tabù".

Ma l’Università è partner del Festival anche per la seconda edizione della "Summer School" internazionale delle differenze e delle identità plurali, in programma dal 3 all'8 giugno, organizzata dal Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo e dal Dottorato di Ricerca in studi letterari, filologici e linguistici delle Università di Palermo e Catania, in collaborazione con Sicilia Queer e "Sole Luna Festival" e dedicata quest’anno a "Corpi, linguaggi, culture". La Summer School, a cui è possibile iscriversi, è aperta a studenti di tutto il mondo.

Il programma della Summer School s’intreccerà con quello del Festival e condividerà alcuni degli ospiti presenti alla quarta edizione del Sicilia Queer: tra questi Walter Siti, vincitore del Premio Strega con "Resistere non serve a niente", che presenterà all’interno di "Letterature Queer" il suo ultimo romanzo, "Exit Strategy", ma anche gli enfants terribles del teatro contemporaneo, Stefano Ricci e Gianni Forte, che verranno a ritirare al Festival il Premio "Nino Gennaro" e chiuderanno la Summer School con una conversazione aperta alla città a partire dal loro teatro.

Altro ospite d’eccezione sarà il regista Alain Guiraudie, autore del fortunato "Lo sconosciuto del lago", film vincitore della "Queer Palm" all’ultima edizione del Festival di Cannes, giudicato dai Cahiers du cinéma come il miglior film in assoluto di tutto il 2013. Tra le altre collaborazioni ci sono quelle con Istitut français, Istituto Cervantes, Goethe Institut e Accademia di Belle Arti.

Per quanto riguarda il cinema e la promozione di film di qualità in versione originale con sottotitoli, l'inaugurazione è in programma al cinema De Seta, sabato 5 aprile alle ore 21 con la proiezione in anteprima regionale di "Il tocco del peccato", del regista cinese Jia Zhang-Ke. Poi sarà la volta del film del "Queer Short", concorso internazionale di cortometraggi, giunti da tutto il mondo, che siano riconducibili a tematiche glbt (acronimo utilizzato come termine collettivo per riferirsi a persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender) o che riguardino anche l’eterosessualità secondo una prospettiva queer.

«In un momento difficile - dice Francesco Giambrone, assessore comunale alla Cultura - questa collaborazione tra Cantieri culturali, Sicilia Queer, Teatro Biondo e istituzioni mi sembra un segnale chiaro di volontà positiva e sostegno reciproco».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI