IL MUSICAL

HomeMagazineCulturaMusica

“The traveller”, il musical made in Sicily

  • 14 agosto 2004

E' uno dei capolavori dello scrittore e pensatore tedesco Herman Hesse, Nobel per la letteratura nel 1946, ossia il romanzo Narciso e Boccadoro, ad ispirare lo spettacolo "The traveller", il viaggiatore, primo musical interamente ideato e realizzato da artisti siciliani che sarà messo in scena in prima assoluta mercoledì 25 agosto, al Parco Archeologico di Selinunte, alle 21,15. Ne sono artefici Massimo Sigillò Massara, che ne ha scritto le musiche, e Valentina Lanzara che con lui ha collaborato alla stesura dei testi, i quali si sono avvalsi degli arrangiamenti di Maurizio Curcio (per la parte strumentale) e Fabio Ciulla (per i cori), il tutto sotto l'occhio attento del regista Marco Pupella e del coreografo Filippo Scuderi.

«Nonostante gli intenti tesi a promuovere l'arte e gli artisti siciliani in Italia e nel mondo, attraverso un'opera originale come questo musical, a tutt'oggi non si è riusciti a trovare alcuna sponsorizzazione, né pubblica né privata», ci dicono gli organizzatori, senza comunque alcuna polemica o punta di recriminazione. Eppure dietro il progetto c'è davvero l'intenzione di coinvolgere tutte le realtà che intendano promuoverlo ed aggregarsi, con le selezioni per un nuovo cast (previsto per luglio/settembre il bando e svolgimento ad ottobre), i Conservatori, le Accademie, Università e Scuole di ballo di rilievo, le Scuole di teatro. Prodotto così totalmente da Massimo Sigillò Massara, interamente in Italiano, ma tradotto contemporaneamente in Inglese per essere proposto e rappresentato sulle scene internazionali, lo spettacolo riprende liberamente in due atti la storia dell'amicizia fra il giovane Boccadoro (l'attore Simone Sibillano), lasciato dal padre nell’Università Benedettina di PortSmouth in Virginia, ed il rettore dell'ateneo, l’abate Narciso (Michele Canfora).



Ma il giovane, dopo aver dato prova di fine intelligenza nell'apprendere gli insegnamenti accademici, decide di conoscere il mondo attraverso l’esperienza acquisita dalla vita vissuta, intraprendendo il suo viaggio attraverso cui esperirà direttamente gli impeti della passione, i brividi della paura, i fremiti dell'amore, le angosce della guerra, la disperazione del tradimento, la sublimazione dell’arte. Ma se tutto ciò lo condurrà a toccare il fondo e a finire i suoi giorni, sebbene assistito dal conforto del ritrovato vecchio amico Narciso, la conclusione lascia ampio spazio al dubbio che, assalendo lo stesso Narciso, ci fa interrogare se la strada intrapresa da Boccadoro non sia forse quella che davvero permetta di vivere una vita vera. Sebbene tutta la piéce ruoti ovviamente attorno a queste due figure principali, importanti sono anche gli altri personaggi, dal Narratore (Antongiulio Pandolfo), ad Agnese (Paola Lavini), da Vittore (Giuseppe Pellingra) alla Madre di Narciso (Lucina Lanzara). Oltre al Corpo di Ballo, da mettere in rilievo pure tutto l'organico di musicisti, che non possiamo menzionare tutti per ragioni di spazio ma che annoverano il fior fiore degli strumentisti siciliani. La prevendita dei biglietti, 12 euro per gli adulti (comp. di prev.) e 5 euro per i bambini da 5 a 12 anni, è già partita presso Beauty Village (via Emilia 44, Palermo – cell. 329.7328462/339.4594895).

ARTICOLI RECENTI