MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

"Travels": Milici e Buzzurro al Castello a Mare

L’armonica di Giuseppe Milici e la chitarra di Francesco Buzzurro per un repertorio di brani che si ispirano a “L’esploratore”, ultimo lavoro di Buzzurro

Irene Leonardi
Giornalista
  • 25 agosto 2010

I suoni di Giuseppe Milici e Francesco Buzzurro saranno i protagonisti al complesso monumentale Castello a Mare (via Francesco Crispi, ingresso via Patti, Palermo) giovedì 26 agosto con il concerto “Travels”. Si tratta di un altro appuntamento della 2° edizione della rassegna "Porto d'Arte”, promossa dall’Autorità portuale di Palermo e dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, organizzata da Terzo Millennio di Andrea Peria Giaconia e da Key 75.

In “Travels” l’armonicista e compositore palermitano, verrà affiancato dallo straordinario e talentuoso Francesco Buzzurro, musicista descritto da Gegè Telesforo come un chitarrista fornito di grande tecnica, tocco, sound, e senso ritmico. Proporrà un progetto che si presenta come un insieme di brani provenienti di diverse latitudini e che prende spunto dall’ultimo lavoro discografico di Francsco Buzzurro dal titolo “L’esploratore”.



Nella sua venticinquennale carriera Giuseppe Milici, armonicista e compositore palermitano, ha affrontato linguaggi musicali diversi, collaborando a livello internazionale con decine di artisti, da Laura Fygi a Toots Thielemans, da Gino Paoli a Gigi D’Alessio e ai Dirotta su Cuba. Si è anche espresso da solista in alcune tra le maggiori trasmissioni televisive italiane, dal Festival di Sanremo a Fantastico. Autore ed esecutore di colonne sonore cinematografiche.

Francesco Buzzurro, taorminese di nascita ma agrigentino di adozione, inizia a soli 6 anni a suonare la chitarra. Diplomatosi al Conservatorio Bellini di Palermo, si perfeziona presso l’International Arts Academy di Roma sotto la guida di Stefano Palamidessi, David Russell, Alberto Ponce, Hopkinson Smith e John Duarte. Alla sua passione per la musica classica affianca una profonda attività di ricerca nell’ambito della musica jazz sviluppando ben presto una particolare maniera d’improvvisare che gli consente di entrare a far parte della Sicilia Jazz Big Band, dell’Orchestra Jazz Siciliana e successivamente dell’Orchestra di Musica Contemporanea Città di Palermo. Lo spettacolo avrà inizio alle 21.30 con biglietto di ingresso a 5 euro.

ARTICOLI RECENTI