SPORT

HomeMagazineSport

Un pareggio che vale una vittoria

Diciassettesima giornata, 28 novembre 2003, Genoa-Palermo 1-1

  • 6 dicembre 2003

Da un paio d’anni intorno alla Favorita di Palermo si respira un’aria nuova; e non per merito di una improvvisa diminuzione del traffico cittadino, ma grazie all’arrivo di Maurizio Zamparini, presidente del Palermo Calcio, capace, con la sua passione e con il suo ingente patrimonio, di regalare ai suoi nuovi e quasi increduli tifosi, una squadra fatta da grandi campioni con l’obiettivo, appena sfiorato nello scorso campionato, di conquistare la tanto agognata Serie A. Quest’anno l’obiettivo è rimasto lo stesso e per raggiungerlo sono arrivati in maglia rosanero altri campioni: Corini, Berti e Toni si sono aggiunti a Zauli, facendo lievitare sempre di più il già elevato entusiasmo della città. Il lungo campionato di Serie B è iniziato, e siamo già arrivati alla diciassettesima giornata datata 28 novembre 2003 con il pareggio del Palermo nella partita giocata fuori casa contro il Genoa.

I protagonisti di questa storia hanno cominciato bene, alla grande: il Palermo è andato in Liguria da capolista e giocatori e tifosi del glorioso Genoa, lo hanno accolto come meritava…stadio stracolmo e partita vera, difficile. Tanto difficile che, nonostante l’inferiorità numerica causata dall’espulsione di Bjelanovic, il Genoa è riuscito ugualmente a passare in vantaggio con un bel gol di Colacone: era una partita che, in realtà, si sarebbe potuto anche perdere…ma il Palermo di quest’anno ha una dote che si aggiunge alla qualità tecnica dei suoi giocatori, una dote che fa la differenza…ed è quella di non mollare mai; e così, a 10 minuti dalla fine, Eugenio Corini, il genio del centrocampo rosanero, calcia una punizione che, in modo “velenoso” e inaspettato, sorprende tutta la difesa avversaria, e si insacca in fondo alla rete. Raggiunto il pareggio si cerca la vittoria…forse un po’ troppo, non bisogna esagerare; l’Atalanta ha vinto e il Palermo non è più in vetta alla classifica, ma per realizzare il sogno, va bene anche così: in fondo, a volte, un pareggio può valere quanto una vittoria.

ARTICOLI RECENTI