CINEMA

HomeMagazineCulturaCinema

Una rassegna nel nome di Cronenberg

Le attività del Circolo del Cinema Videodrome continueranno in futuro con altre rassegne sulla Nuovelle Vague ed i registi Ingmar Bergman e Andrei Tarkovskij

Balarm
La redazione
  • 16 novembre 2003

Metamorphosis. Il corpo, l’Anima e la Macchina” è il titolo della rassegna cinematografica in formato video in programma da domenica 16 novembre (alle 17.45) al Centro polivalente Agricantus (via XX Settembre 82/a) organizzata dal Circolo del Cinema Videodrome e presentata dal presidente Andrea Caramanna. Cinque domeniche per altrettanti titoli che ripercorrono parte della visionaria produzione cinematografica di David Cronenberg. Il primo titolo in programma è l’inquietante esperimento umano de “La mosca”. Il film risale al lontano 1986 e propone sullo schermo due giovanissimi Jeff Goldblum e Geena Davis.

L’appuntamento successivo è previsto per domenica 23 novembre con “Il pasto nudo” del 1991. Il film si rifà al romanzo di William Burroughs e si sofferma sul pericoloso mestiere dello scrivere, servendosi di strani alieni e macchine da scrivere che in realtà sono insetti. Fanno parte del cast: Peter Weller, Judy Davis e Ian Holm. “Scanners” è il titolo della terza pellicola della rassegna che si potrà vedere giorno 30 novembre. Datato 1981, il film con Jennifer O’Neil e Stephen Lack racconta la vita degli scanners, ovvero di uomini dotati di particolari capacità telepatiche dagli effetti devastanti.  In questo film, il regista si sofferma sulle trasformazioni che la mutazione genetica può provocare e sul contagio che può espandersi a macchia d’olio.



Il 7 dicembre l’Agricantus ospita la proiezione di “Crash” del 1996 con James Spader e le femme fatale Holly Hunter e Rosanna Arquette. Tratto dall’omonimo romanzo di James Ballard del 1973, il film racconta la storia di Vaughan (James Spader) che vive ossessionato dalle valenze sessuali che sprigiona il rapporto macchina-pericolo e corpo umano e che allora cerca di causare degli incidenti stradali per provare sensazioni irripetibili. L’ultimo film in programma (domenica 14 dicembre) è “eXistenZ” (1999) con Jennifer Jason Leight, William Dafoe e Jude Law. Il soggetto è di Cronenberg, anche se l’ispirazione viene dal mondo di P.K.Dick e racconta la storia di Allegra Geller e della sua invenzione: un gioco di realtà virtuale, eXistenZ, che si serve di un dispositivo semiorganico da inserire nel corpo dei giocatori attraverso un foro nella spina dorsale. Una visione pessimistica sull’idea che le macchine possano, un giorno, diventare carne.

L’orario delle proiezioni è fissato per le 17.45 e si possono acquistare i biglietti per ogni singolo film a 2 euro e 50 oppure optare per l’abbonamento all’intera rassegna che costa 10 euro. L’ingresso è riservato ai tesserati Videodrome (la tessera costa 3 euro). Le attività del Circolo del Cinema Videodrome non finiscono qui, perché sono previste altre rassegne sulla Nuovelle Vague ed i registi Ingmar Bergman, Andrei Tarkovskij e Jacques Tati; ed inoltre, nel mese di gennaio, partiranno dei corsi su Storia del cinema, Linguaggio cinematografico, Regia e Sceneggiatura. 

ARTICOLI RECENTI