HomeMagazineCulturaTeatro

Uno e una tre, “Meglio di così” all’Agricantus

Maria Teresa de Sanctis
Attrice, regista teatrale e scrittrice
  • 21 febbraio 2005

Un debutto nell’ambito del teatro comico è quanto propone il Centro Culturale Polivalente Agricantus di Palermo (via XX Settembre 82/a), con lo spettacolo di cabaret “Meglio di così”, messo in scena dagli “Uno e una tre” (e cioè Tiziana Martilotti, Roberto Nanfa e Paolo Pagano) da venerdì 25 febbraio alle 21,15 con repliche alla stessa ora fino a domenica 27 (costo del biglietto intero 13 euro, ridotto Cral e Ideanet 10 euro). Se talvolta nel cabaret il titolo può non essere di grande rilevanza, essendo solo una sorta di contenitore nel quale inserire una serie di argomenti di attualità, la stessa cosa non può dirsi nel caso di questo spettacolo. Qui infatti il titolo “Meglio di così”, ironico quanto basta (un titolo che dice tutto e niente, ma che riassume con una brevità esemplare la situazione politica, economica e sociale degli ultimi tempi), assume un duplice ruolo: da una parte indica una linea che il testo intende seguire e dall’altra vuole creare una certa aspettativa nel pubblico.

Personaggi di grande attualità, ovvero degli esseri umani “fuori posto”, che agiscono in modo poco convinto suscitando l’ilarità del pubblico davanti a questo gioco dei ruoli stravolti, si alternano sulla scena interpretati dai tre attori in una serie di divertenti sequenze: e allora ecco, fra gli altri, un ladro sprovveduto che invece di imporsi da malavitoso, subisce l’esuberanza di un’impiegata che lo mette in crisi dal primo all’ultimo minuto della improbabile quanto fallimentare rapina; una tanto godibile quanto intelligente parodia del “Grande fratello” (divertente il gioco sulle abitudini dei popoli legate alle rispettive religioni); l’effetto esilarante di uno stravolgimento di ruoli all’interno di uno spassoso dialogo tra un dentista vittima di un paziente che oppone alla competenza medica l’apparente saggezza del senso comune; le paradossali ma verosimili ostentazioni di dubbio gusto di una signora, moglie di un tizio che ha fatto tanti quattrini. Non mancano le frecciate politiche e qualche riflessione dolce/amara su questa nostra goffa Italia contemporanea. Uno spettacolo ricco di verve e ritmo nel quale i tre spigliati attori, ben sapendo che per divertire devono innanzitutto divertirsi, riescono alla perfezione nel loro intento. Per informazioni e prenotazioni telefonare alllo 091.309636.

ARTICOLI RECENTI