PERSONAGGI

HomeMagazineLifestylePersonaggi

Miss Italia si avvicina e la Sicilia sa già chi tifare: Sofia Fici ci rappresenterà alle finali

Da Marsala, dove è nata, a Milano dove studia, con la testa al mondo dello spettacolo ma anche alla laurea, la studentessa ha le idee chiare sul suo futuro

Jana Cardinale
Giornalista
  • 5 dicembre 2020

Sofia Fici (foto di Tiberio Cantafia)

"La bellezza è potere; un sorriso è la sua spada", diceva il romanziere inglese Charles Reade. La bellezza è un regno in cui per splendere davvero, bisogna trovare l'anima. E dei sogni, magari.

E anche un percorso che, se costruito con impegno, aggiunge forza e valore ad ogni successo. La bellezza, in Sicilia, ha scelto Sofia Fici, marsalese, di 19 anni, appena proclamata Miss Sicilia 2020 e pronta per andare a rappresentare la sua città e la sua regione alla finale nazionale di Miss Italia, che si svolgerà il 14 dicembre a Roma, all’Hotel Splendide Royal di Porta Pinciana.

«Sono emozionata e felice – dice Sofia, studentessa al primo anno di Giurisprudenza a Milano, dopo aver conseguito la maturità scientifica a Marsala - . Sarò a Roma dal 12 al 14 dicembre assieme ad altre 23 ragazze provenienti da tutta Italia, ciascuna in rappresentanza di ogni regione (tranne il Lazio, che ne avrà due, contando anche Miss Roma) con il sostegno della mia famiglia e delle persone che mi vogliono bene, compresi molti amici che mi stanno scrivendo da ogni dove».



Il debutto di Sofia Fici nel mondo delle Miss risale allo scorso anno, quando partecipò al concorso “Miss Europe Continental”, vincendo a Cinisi. Dopo, a causa del Covid, ogni successivo step è stato bloccato fino alla sua partecipazione alle prime selezioni regionali per Miss Italia organizzate il 7 e l’8 agosto a Mazara del Vallo, nell’ambito del Mazara Food Fest.

Lì rientrò tra le sei ragazze fasciate pronte per accedere alla finale regionale, conquistando il titolo di Miss Isola del Sole. Infine, via social, ha partecipato alla selezione tra i 120 video pervenuti da tutte le ragazze coinvolte in Italia, rientrando tra le prime dieci e arrivando alla proclamazione di Miss Sicilia 2020.

«Mi ha dato la notizia Antonello Consiglio – dice, presentatore dell’evento e figlio di Salvo Consiglio, che è il responsabile regionale della manifestazione - . Anche la finale si svolgerà in streaming, ma noi finaliste saremo presenti tutte fisicamente, a Roma, assieme a una giuria che decreterà la vincitrice».

Intanto Sofia studia Giurisprudenza a Milano e presto, dopo l’emergenza sanitaria in corso, inizierà gli studi di recitazione, per potersi avviare verso la carriera televisiva che tanto desidera. “Ho due obiettivi nella mia vita: laurearmi per poter proseguire il percorso giuridico e dare un contributo nell’ambito della legalità, anche sul sociale, per la tutela dei diritti di tutte le donne, ambito che mi vede impegnata già da prima, e lavorare nel mondo della tv. Mi dicono che assomiglio a Francesca Chillemi, già Miss Italia nel 2003; un complimento che mi inorgoglisce e che spero mi porti fortuna”.

Su Miss Italia tiene a puntualizzare: «È un concorso che si è distinto nel nostro Paese per aver valorizzato oltre alla bellezza anche le aspirazioni e le passioni delle partecipanti. Lo vedo come un ambiente rigoroso e autorevole, e spero di proseguire al meglio». Grande la soddisfazione della sua famiglia, che la segue ovunque sia necessario, e di sua sorella maggiore, Gloria, "che confida in me da sempre".

Su di sé dice: «Sono cresciuta in fretta. Mi accorgevo di essere notata pur essendo una ragazza semplice che non ha mai fatto uso eccessivo o frequente di trucco. Quello che per me conta è il sostegno, unito, della mia famiglia, e andare avanti con il supporto di chi mi ama«. E l’amore c’è. A tal proposito dice: «Sono fidanzata Con Riccardo, uno studente di medicina e giocatore di basket che ha la mia stessa età. Fa parte della mia famiglia; mi seguie in ogni spostamento del mio percorso e mi dimostra il suo amore anche così. Siamo cresciuti insieme e siamo legati da qualcosa di indissolubile».

Appuntamento al 14 dicembre, dunque. Mentre Marsala, e la Sicilia, sanno già per chi tifare.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI