PROGETTI

HomeMagazineCultura

Musica sotto il segno di Palermo: nasce il collettivo di producer "Tv_Movement"

Un movimento nato per i giovani artisti: l'idea è di due ragazzi di Palermo già fondatori dell'etichetta "The Vito Records" che si ispirano alla scia artistica londinese

Balarm
La redazione
  • 4 febbraio 2019

"The Vito Records" è una casa editrice e digital label che comprende arte, musica, teatro e cinema.

Fondata da Elisa e Giovanni Parrinello con Marco Raccuglia, prende il nome in tributo al Maestro Vito Parrinello ispiratore di questo importante ed ambizioso progetto.

Giovanni e Marco suonano entrambi nella band dei Tamuna e così la "The Vito Records" ha prodotto e pubblicato il terzo album del gruppo vincitrice del Premio Fabrizio De Andrè con la canzone "Accussì", e del Premio Andrea Parodi per la rielaborazione del brano “Balai”.

Nel dicembre 2018 i due musicisti Giovanni, percussionista (e polistrumentista) e Marco, cantante, spinti dalla necessità di creare musica senza tempo e regole, hanno anche fondato un collettivo di artisti dal nome Tv_movement (che è l'acronimo di The Vito Movement, guarda la pagina Facebook).

Da subito arricchiti dalla stretta collaborazione del compositore e poli strumentista Giacomo Scinardo, pubblicano il primo singolo #Masterpiece, dolce grido contro la violenza sulle donne e sui bambini.

Il videoclip, che ha totalizzato ad oggi 23mila visualizzazioni, girato da Giuseppe Sinatra (Palermofoto), diretto e montato in verticale con un cellulare Huawei P20 da Giovanni Parrinello.

"La bellezza è sempre figlia della semplicità..", un verso della canzone, è quasi una spiegazione del percorso fatto dai due esponenti dei Tamuna e dalla freschezza artistica del giovanissimo Scinardo (di soli 19 anni), Il primo singolo #masterpiece precede il secondo dal titolo "Welcome to Ballarò #Palermo" uscito solo su facebook sulla pagina di Giovanni Parrinello, che apre uno scenario di musica promotrice della Sicilia. Un lyric video in siciliano con la traduzione in inglese di Giulia Romagnoli.

The Vito Records prende ispirazione dal modello di etichetta inglese (partner del progetto) BATOV RECORDS di Londra e dai suoi creatori Kobajashi Doron e Gareth Small dei Gypsy Hill.

La stretta collaborazione tra le due etichette e le relative band Gypsy Hill e Tamuna ha permesso e ampliato la possibilità per gli artisti, di esprimersi anche all’estero, sopratutto a Londra.

Nata dal bisogno di rendersi indipendenti dalle dinamiche delle Major, la "The Vito Records" fonda la sua ragione di esistere nella salvaguardia delle tradizioni musicali siciliane in primis, ma non solo, concentrandosi nel rinnovamento della musica, del teatro, dell'arte, della danza e dell'editoria.

Conosciuto ricercatore ed esecutore di canti e musiche popolari siciliane, Vito Parrinello insieme alla moglie e cantante Rosa Mistretta hanno fondato il Teatro Ditirammu alla Kalsa, uno dei più piccoli teatri d’Italia eccellenza italiana, patrocinato dal Ministero della Cultura.

Il Ditirammu da vent’anni è fucina d’arte a Palermo e l’intento è quello di metterlo in evidenza attraverso le pubblicazione di musica, in vinile e digitale, testi ed opere teatrali, colonne sonore per film e documentari, inoltre una sezione dedicata ai libri e un’altra adatta ai più piccoli.

«Nel passato grazie alla Compagnia di canto popolare Ditirammu, - dice Giovanni Parrinello - io e mia sorella Elisa abbiamo avuto la possibilità di partecipare a numerosi festival in giro per il mondo, dalla Cina alla Nuova Zelanda, dall’Europa Centrale agli Stati Uniti, rappresentando la Sicilia attraverso i canti, le musiche, la danza e l’arte dello spettacolo popolare siciliano. Oggi questo gruppo di lavoro si unisce con l’intento di coltivare i rapporti internazionali mantenuti nel tempo a favore dei giovani artisti che intendiamo rappresentare».

ALTRI VIDEO