CINEMA

HomeMagazineCultura

Notti d'estate: il Castello a Mare di Palermo diventa un grande cinema a cielo aperto

Uno degli spazi aperti più belli della città si trasforma per ospitare una rassegna: ecco i film da vedere sotto le stelle ma anche al chiuso con la ripertenza del Rouge et Noir

Dario La Rosa
Giornalista
  • 10 giugno 2020

Il Castello a Mare di Palermo

Il sogno è sotto le stelle, quello di una serata a ridere o emozionarsi davanti ad una pellicola cinematografica in luoghi d'incanto. È così che, a Palermo, una delle location più affascinanti della città si trasforma in una grande arena.

Stiamo parlando del Castello a Mare, la costruzione di epoca arabo-normanna che risplende nello skyline della Cala. Ad annunciarne l'apertura, prevista per metà luglio, è il presidente dell'Anec Palermo (l'Associazione nazionale degli esercenti cinematografici) Andrea Peria con cui abbiamo parlato dello stato dell'arte e del futuro dei cinema siciliani in generale.

«Contiamo di aprire al Castello a Mare - racconta - con un maxi schermo cinematografico e una sala a cielo aperto da 3-400 posti, all'interno della quale i congiunti potranno stare vicini mantenendo il distanziamento sociale con gli altri spettatori come prevedono le norme attuali».

Una programmazione, quella del Castello, che mira ad offrire da una parte il meglio della stagione in parte andata in fumo causa Coronavirus e dall'altra delle anteprime di interesse nazionale. Sul grande schermo ci saranno Robero Lipari, Ficarra e Picone e poi ancora l'ultimo di Checco Zalone sino ad arrivare ad Aldo Giovanni e Giacomo. E poi film impegnati come "Il Traditore", probabilmente il film culto "Joker" e via dicendo, insieme all'anteprima della pellicola di Matranga e Minafò.



Quello delle arene, d'altronde, quest'anno potrebbe essere il lato florido di un settore fortemente penalizzato dall'emergenza Covid. Ma l'idea di stare all'aria aperta piace, non è un caso che a Catania abbia preso vita il primo drive in di Sicilia.

E anche la provincia di Palermo si muove già all'insegna delle aperture, con le storiche arene di Porticello e Campofelice di Roccella.

Diverso è il capitolo dei cinema al chiuso. Gli esercenti cinematografici di Palermo e Trapani hanno deciso all’unanimità per la non riapertura delle sale. Nonostante ciò lo storico Rouge et Noir riparte con un cineclub per veri appassionati e nel rispetto delle normative vigenti.

Dal 15 giugno si alterneranno le due pellicole-diamante del più recente cinema di qualità: "I Miserabili" di Ladj Lay, premio giuria al Festival di Cannes, e "Favolacce", il folgorante esordio dei fratelli D’Innocenzo, vincitore dell’Orso d’Argento a Berlino e plurinominato ai Nastri d’Argento. Inoltre, il poliziesco americano "Georgetown" di e con Christoph Waltz, Vanessa Redgrave e Annette Bening, la ripresa di "Picciridda" di Paolo Licata, e spazio anche al cinema più popolare anche qui con l’esordio di Un pugno di amici del duo cabarettistico Matranga e Minafò.

A seguire ripartirà il tradizionale appuntamento con “Arena condizionata” con i migliori film della stagione appena trascorsa e una rassegna, chiamata SuperQuarantena, dedicata alle mitiche pellicole degli anni ’40.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI