MOBILITÀ

HomeMagazineTerritorio

Palermo da guidare con lentezza: attenzione ai nuovi limiti di velocità in tutta la città

Da via Libertà a via Roma, da via Maqueda a viale Lazio e tante altre zone: ecco tutti i cambiamenti alla viabilità di Palermo e alcuni consigli di sopravvivenza

Balarm
La redazione
  • 5 marzo 2018

Via della Libertà a Palermo

Si abbassa il limite di velocità in diverse strade di Palermo: dal centro alle periferie, gli automobilisti dovranno stare attenti a rispettare le novità volute dal Comune altrimenti ci pensano i - tanti - nuovi Autovelox.

Andiamo subito all'elenco delle modifiche, via per via: iniziamo da via della Libertà dove limite di velocità è di 40 chilometri orari.

Ancora di 40 chilometri orari è il limite in via Montepellegrino ed è di 30 chilometri orari nella rotatoria tra viale Lazio, viale Michelangelo e viale della Regione Siciliana.

Si può andare a un massimo di 30 chilometri orari in corso Vittorio Emanuele (nel tratto compreso fra via Porto Salvo e via Roma) e in via Maqueda (nel tratto che va dai Quattro Canti alla stazione centrale).

Di nuovo 40 chilometri orari per via Croce Rossa, via Imperatore Federico, viale del Fante, via Ausonia: strade di passaggio per i tir che dal porto si spostano verso le autostrade.

Ricordiamo che lo scorso gennaio il Comune ha messo un limite di velocità di 30 chilometri orari anche in via Case Rocca, dentro il Parco della Favorita.

Ci sono, naturalmente, diverse postazioni mobili di Autovelox che andranno a controllare e multare chi viola queste nuove regole.

Regole che nascono con lo scopo di proteggere ciclisti e pedoni da chi corre in auto ma sul provvedimento interviene il presidente dell’Unione dei Consumatori, Manlio Arnone.

«Dopo la stangata della Ztl, ancora in questi giorni siamo alle prese con centinaia di ricorsi, arriva l’ennesima tegola sugli automobilisti palermitani».

«Posso condividere che per innalzare i parametri di sicurezza di ciclisti e pedoni si istituiscano limiti di velocità - continua - ma spero che prevalga il buon senso e questi limiti non si trasformino nell’ennesima trappola per spillare soldi agli automobilisti. Chiedo al Comune di posizionare adeguata e visibile segnaletica stradale, e invito i cittadini a segnalarci qualsiasi anomalia».

Ricordiamo ai lettori di Balarm che ci sono mezzi alternativi per muoversi a Palermo: principalmente consigliamo il bikesharing e le navette gratuite da e per il centro.

articoli recenti