RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Pomodoro, sarde e pecorino: la fuata di Caltanissetta è buona e facile da preparare

Una gustosa focaccia condita semplicemente con il pomodoro le sarde e il pecorino, simile allo sfincione palermitano: come si prepara la tipica fuata di Caltanissetta

Balarm
La redazione
  • 27 aprile 2020

Fuata nissena

La fuata nissena è una vera prelibatezza made in Caltanissetta, una gustosa focaccia condita semplicemente con il pomodoro, le sarde e il pecorino.

Gli ingredienti sono quasi gli stessi dello sfincione palermitano e per prepararla si utilizza lo stesso impasto della pizza, molto facile da realizzare in casa ma per i meno "esperti" acquistabile già pronta dal proprio fornaio di fiducia.

Gli ingredienti per l'impasto:
- 500 g di farina di grano duro;
- 25 g di lievito di birra;
- acqua tiepida;
- olio extravergine d'oliva;
- zucchero;
- sale.

Gli ingredienti per condire la fuata:
- 1 kg di pomodori maturi;
- 2 spicchi di aglio;
- sarde sotto sale;
- pecorino grattuggiato;
- olio extravergine d'oliva;
- origano;
- sale e pepe.

Per prima cosa prepariamo l'impasto della fuata amalgamando e poi impastando insieme la farina con tre cucchai di olio d'oliva, un pizzico di sale e, in ultimo, il lievito precedentemente disciolto in acqua tiepida e zucchero.



L'impasto richiede tempo ed energia e man mano va aggiunta dell'acqua. Continuiamo a impastare fino a ottenere una pasta morbida ed elastica, dopodiché dobbiamo darle una forma rotonda e lasciarla lievitare in un contenitore infarinato coperto da un panno per circa due ore.

Nel frattempo possiamo procedere con il condimento. Per prima cosa dobbiamo dissalare le sarde sciacquandole per bene sotto l'acqua corrente, privandole delle lische e tagliandole, infine, a pezzetti.

Poi scottiamo i pomodori in acqua bollente per qualche minuto, in modo da togliere la pelle con facilità, li tagliamo a pezzetti rimuovendo i semi e l'acqua in eccesso.

A questo punto prepariamo in un tegame un soffritto di aglio, vi sminuzziamo i pomodori e mescoliamo aggungendo un pizzico di sale.

Trascorse circa due ore, il nostro impasto ben lievitato è pronto per essere lavorato: tagliamo la pasta in quattro parti e appiattiamo ogni panetto con le dita su un piano di lavoro cosparso di farina, dopodiché li adagiamo su una teglia ricoperta con carta da forno.

Condiamo ogni base di pasta con i pomodori, le sarde a pezzetti, l'origano, il pecorino, un filo di olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale e abbondante pepe (meglio se macinato al momento).

Non ci resta che cuocere le nostre fuate nissene in forno a 230° per circa 15 minuti, finché la pasta non diventa bella dorata.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI