MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Quattro minuti per un viaggio dentro di sé: il progetto Baïf e "la perdita della fede"

"The Loss of Faith" è la prima pubblicazione di Baïf, progetto musicale elettronico e strumentale che porta la firma dei palermitani Sandro Amoroso e Serena Cosentino

Nicoletta Fersini
Giornalista e fotografa
  • 24 aprile 2020

Quattro minuti di suoni elettronici e acustici per concedersi un viaggio dentro se stessi, a occhi chiusi: "The Loss of Faith" è la prima pubblicazione di Baïf, progetto musicale che porta la firma dei palermitani Sandro Amoroso e Serena Cosentino.

Un progetto caratterizzato da composizioni esclusivamente strumentali e brani dai testi essenziali che vogliono trascinare l'ascoltatore nell'introspezione. Non a caso il brano uscito lo scorso 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, si concentra su uno dei punti cardine della vita dell'essere umano: la fede.

Una fede da non intendersi in senso strettamente religioso, ma in una visione più ampia. "The Loss of Faith" parla della perdita della fede nei confronti di un'umanità che tarda a imparare la lezione, ancorata alla bramosia di un potere illusorio, in un’epoca dove un ideale di collettività è sempre meno importante a cospetto di un individualismo famelico.

Il videoclip del brano è stato realizzato da Mauro Messina tra la chiesa della Magione di Palermo e il Lago Poma di San Giuseppe Jato. Natura e spiritualità, uniti idealmente in un susseguirsi di fotogrammi e scenari fermi in un tempo sospeso, quello della riflessione e della ricerca.

VIDEO RECENTI