SANITÀ

HomeMagazineSaluteSanità

Si può contrarre il Coronavirus due volte? Cosa dicono gli esperti e gli studi in atto

In Corea del Sud ci sono stati alcuni casi di persone tornate ad essere positive dopo i tamponi negativi: gli studiosi sono all'opera per capire cosa succede

Balarm
La redazione
  • 16 aprile 2020

Guanti, mascherina e disinfettante contro i virus

Si parla tanto di immunità, di fase due e dei vaccini sempre più prossimi che potranno togliere definivamente di mezzo questo virus e lasciarlo come un lontano ricordo.

Ci sono intanto diversi aspetti che gli scienziati stanno tenendo sotto controllo: uno di questi è lo studio legato a quei casi che potremmo definire "di contagio doppio". Si tratta di quelle persone che, dopo aver contratto il virus ed essere guariti, tornano a risultare positivi a distanza di alcuni giorni.

Di recente, come riporta la rivista Focus, uno di questi casi si è presentato in Corea del Sud. Al momento l'ipotesi più plausibile non è quella che vorrebbe far credere che il virus possa prendersi due volte, ma che in qualche modo si sia riattivato all'interno dell'organismo che sembrava essere totalmente guarito. Come una sorta di ricaduta da un'influenza non passata del tutto.

Adsesso si dovrà comprendere anche per quanto tempo il Covid-19 possa rimanere con delle tracce nel corpo e se queste stesse possano eventualmente essere contagiose.

In campo c'è già l'Organizzazione mondiale della sanità, bisogna infatti verificare che non ci siano stati errori nel trattamento dei pazienti e che i test siano stati fatti nel modo corretto. Ovviamente il tutto appare più complicato perché si tratta di un virus praticamente sconosciuto, di cui si sta scrivendo tutto dalla A alla Z.

In questo senso, comunque, verranno incontro i test epidemiologici, che anche la Sicilia ha messo in campo.

ARTICOLI RECENTI