MOBILITÀ

HomeMagazineSocietàMobilità

Si torna a parlare di Ponte Corleone: primi lavori entro settembre, ma senza traffico (forse)

Un accordo fra il Comune di Palermo e l'Anas sblocca gli interventi di risanamento del cavalcavia, ma - assicurano - «senza ripercussioni sulla circolazione»

Balarm
La redazione
  • 7 settembre 2022

Il ponte Corleone a Palermo

A Palermo si torna a parlare del Ponte Corleone. Entro fine settembre dovrebbero infatti partire i lavori di riqualificazione dell'infrastruttura, ma - assicura il Comune - stavolta senza grosse ripercussioni sul traffico (speriamo). È quanto prevede la convenzione per la “Riqualificazione della circonvallazione”, sottoscritta da Anas e Comune di Palermo e firmata dal sindaco Roberto Lagalla, dal responsabile Struttura territoriale Anas Sicilia Raffaele Celia e dal commissario straordinario Matteo Castiglioni.

Tre le opere previste nell'accordo. Il primo intervento a partire riguarda il risanamento della struttura in cemento armato e interventi da realizzare sul ponte. I primi lavori inizieranno a fine mese ma dall'amministrazione comunale assicurano che non ci saranno «ripercussioni sulla circolazione, dato che le opere saranno realizzate sulle basi del cavalcavia». A preoccupare i cittadini, infatti, è la coincidenza dell'inizio dei lavori con l'inizio del nuovo anno scolastico e (soprattutto) il timore di rivedere le scene e i disagi vissuti a dicembre 2021, quando gli incolonnamenti delle auto in coda, lunghi chilometri, furono ribattezzati ironicamente come "l'albero di Natale" del Ponte Corleone.
Adv
L'amministrazione comunale rassicura che tutto ciò non riaccadrà.

Il secondo intervento consiste nel progetto relativo alla costruzione dei ponti laterali sul fiume Oreto. Infine, il progetto relativo alla costruzione dello svincolo Perpignano.

L'importo totale della convenzione è fissato in 11.453.933,93 euro, pari ai complessivi finanziamenti ad oggi nella disponibilità del Comune per i tre interventi.

Con la firma della convenzione l'Anas si impegna, fra le altre cose, a provvedere alle procedure di gara d’appalto e alla successiva direzione per l’esecuzione dei servizi di progettazione delle opere sulla base dei finanziamenti nella disponibilità del Comune, e a provvedere alle procedure di gara d’appalto e alla successiva direzione per l’esecuzione dei lavori.

«La firma della convenzione con Anas è un atto formale che questa amministrazione porta a termine dopo un lungo percorso - dichiara il sindaco Roberto Lagalla -. Il provvedimento mira a velocizzare le procedure di affidamento ed esecuzione dei lavori sul Ponte Corleone, collegamento fondamentale e strategico per la città. L’obiettivo sarà quello di mettere in cantiere opere pubbliche necessarie per la sicurezza e lo sviluppo della città, ma di farlo rispettando i tempi, in modo da limitare i disagi ai cittadini».

«Con questo accordo mettiamo nelle mani del commissario straordinario le risorse per procedere con i lavori sul Ponte Corleone. In questo modo, i processi saranno più rapidi, attraverso l’affidamento ad Anas. I lavori per la messa in sicurezza del ponte saranno i primi a partire con 6 milioni e 900 mila euro già disponibili. Contestualmente Stiamo lavorando al reperimento delle risorse necessarie per realizzare il raddoppio del ponte», spiega l’assessore alle Opere pubbliche Salvatore Orlando.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI