RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Sono dolci ma si chiamano amaretti: la ricetta dei biscotti alle mandorle siciliani

Non confondeteli con gli amaretti che si preparano nel resto d'Italia: la versione siciliana è soffice e profuma di mandorla. Ecco la ricetta facile e veloce per farli in casa

Balarm
La redazione
  • 24 maggio 2020

Amaretti siciliani

In Italia gli Amaretti vengono prodotti e confezionati in diverse regioni ma la ricetta di base si differenzia per alcuni ingredienti, composizione e consistenza.

La versione siciliana è soffice e profuma di mandorla, ingrediente principale. E in Sicilia abbiamo il vantaggio di avere quella di Avola, uno dei prodotti di maggior prestigio dell'agricoltura dell'isola, tutelata da un Consorzio e in lizza, a Bruxelles, per il riconoscimento IGP.

I siciliani li chiamano in dialetto "pasti di mennula", che vuol dire letteralmente "pasticcini di mandorla" e sono dei piccoli biscotti friabili, di forma tondeggiante, non troppo dolci. Conservano, per l'appunto, un retrogusto amaro, dato dalla percentuale di mandorle amare utilizzate nell'impasto.

Prepararli in casa è molto semplice e hanno il pregio di conservarsi a lungo. Vediamo subito insieme la ricetta.

Per preparare gli Amaretti siciliani occorrono i seguenti ingredienti:

- 450 gr di mandorle dolci pelate;
- 50 gr di mandorle amare pelate;
- 5 albumi;
- 350 gr di zucchero semolato;
- 1 limone di Sicilia

Tritate finemente le mandorle e amalgamatele con lo zucchero, la scorza del limone grattugiata e gli albumi montati a neve ferma.

Lavorate l'impasto fino a renderlo omogeneo, prelevatene piccole porzioni con un cucchiaino, passatele nello zucchero semolato e adagiatele, distanziandole l'una dall'altra, su una teglia rivestita di carta da forno.

Se volete, guarnite con una mandorla intera ogni dolcetto. Infornate la placca a 180 gradi e cuocete gli amaretti per per un quarto d'ora. Gli amaretti devono risultare croccanti e friabili.

Fate freddare prima di servirli. L'ideale è accompagnarli con un vino dolce liquoroso.

ARTICOLI RECENTI