RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Sono uno scrigno di sapori dal gusto unico: come preparare (bene) le braciole messinesi

Le braciole messinesi sono degli invitanti involtini di carne, tipici della cucina dello Stretto, che conquistano per sapore e semplicità. Ricetta e consigli su come prepararle

Balarm
La redazione
  • 17 giugno 2020

Braciole messinesi

Le braciole messinesi sono senza ombra di dubbio il secondo piatto più famoso della città dello Stretto.

Si tratta di fettine sottilissime di carne, farcite con un impasto a base di pangrattato condito con prezzemolo, olio extravergine d'oliva, pecorino grattugiato e dadini di provola dei Nebrodi.

Una volta arrotolati ed infilzati in uno spiedino di legno, le braciole messinesi vengono cotte alla brace o su una piastra. L'alternativa è la cottura in forno, oppure in tegame con vino bianco e cipolla (braciole agglassate) o quella nel sugo di pomodoro.

Potete prepararle in anticipo e cuocerle solo al momento di servirle in tavola.

Per preparare le braciole messinesi occorrono i seguenti ingredienti:

- 600 gr di fettine di manzo per braciole (o girello o scaloppina);
- 250 gr di pangrattato;
- 150 gr di caciocavallo silano o provola dei Nebrodi;
- 80 gr di pecorino siciliano Dop grattugiato;
- 1 spicchio d'aglio tritato;
- olio extravergine d'oliva;
- prezzemolo;
- sale;
- pepe;
- qualche foglia di alloro;
- spiedi di legno.



Procedimento:

Disponete su un tagliere le fettine di carne, ben stese. In una ciotola mescolate il pangrattato con il pecorino siciliano grattugiato (potete mescolarlo con un po' di Parmigiano se preferite un gusto più delicato), l'aglio e il prezzemolo tritati, una macinata di pepe.

Aggiungete olio extravergine di oliva fino a ottenere un composto che risulti ancora sgranato ma morbido e soffice e aggiustate di sale.

Ponete al centro di ogni fettina un cucchiaino di composto e qualche dadino di formaggio: le quantità variano leggermente in base alle dimensioni delle fettine di carne.

Adesso arrotolate su se stessa la fettina come un involtino, ripiegando all'interno i lembi laterali. Il risultato dovrà essere un fagottino di forma cilindrica, ben chiuso ma morbido. Infilate le braciole così ottenute in uno spiedo di legno, inserendo una foglia o due di alloro in mezzo alle braciole.

Ungetele con poco olio extravergine e spolverizzatele leggermente con ciò che vi rimarrà del composto usato per la farcia.

Non vi resta che grigliare le braciole messinesi a fuoco moderato, rigirandole ogni tanto, finché non saranno dorate e succulente. Servite calde e gustate.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI