TELEVISIONE

HomeMagazineLifestylePersonaggi

Stanco? No, oggi no. Ficarra & Picone si confessano alle Iene: "Siamo inseparabili"

La mitica coppia di comici palermitani Ficarra & Picone sono stati intervistati dai microfoni delle Iene, in occasione del loro ultimo film, e si sono raccontati così

Balarm
La redazione
  • 20 dicembre 2019

«Stanco, stanco, stanco .. e ancora oggi non ho fatto niente»: questo è stato in assoluto il primo tormentone della mitica coppia di comici palermitani Salvatore Ficarra e Valentico Picone che, intervistati dai microfoni delle Iene, si sono raccontati ancora una volta rimarcando una certezza, non si separeranno mai.

Si sono conosciuti in un villaggio turistico ben 25 anni fa dove ai tempi si sono esibiti, dicono loro, «nell’indifferenza più totale» per sole 20 mila lire. Ma da quel balletto in un locale, è seguita poi una intensa carriera fatta di tanti successi e di infinite risate: 7 i film già fatti insieme e l'ottavo, "Il primo Natale", è nei cinema.

«Non è il classico cine-panettone, semmai una cine-caponata», così l’hanno definito. Alla domanda sul perché lo dovremmo vedere, i due hanno risposto così: «Perché è un film semplice semplice, comico, epico ed avventuroso che mette d’accordo proprio tutti».



E ancora: «Un prete e un ladro finiscono nell’anno zero, mettono nei guai Gesù e forse lo salvano». Questa la trama spiegata in sei secondi agli inviati delle Iene. Una coppia molto unita, che è nata per puro caso ma che è riuscita nel tempo a fare di quel caso una grande opportunità professionale.

Bravi, divertenti e (ci tengono a sottolineare) non raccomandati, ma soprattutto davvero inseparabili perché, come hanno dichiarato ai microfoni di Italia Uno, «noi alla separazione artistica non ci abbiamo mai pensato».

Durante l’intervista doppia, infine, non sono mancati anche i riferimenti al nuovo film di Checco Zalone, tacciato da alcuni di razzismo perché tocca con ironia il tema dell’immigrazione. Commentando, i due comici palermitani hanno dichiarato: «La satira deve poter scherzare su tutto».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI