TURISMO

HomeMagazineCultura

Sulle tracce di Santi e Geni: cinquanta itinerari gratis per l'estate di Palermo

Visite guidate - in italiano e in inglese - alla scoperta di Palermo tra storia, natura e devozione: è il progetto della Cooperativa Silene, in programma fino a ottobre

  • 17 maggio 2018

Il Santuario di Santa Rosalia su monte Pellegrino a Palermo

Quattro itinerari gratuiti a Palermo tra monte Pellegrino, Brancaccio e il centro storico in programma nei weekend estivi e fino a ottobre: si tratta del progetto "Sulle Orme dei Santi di Palermo" che si ispira ai Santi e ai Geni della città tra arte e architettura, storia e tradizione.

Ecco allora i 50 percorsi guidati originali e gratuiti rivolti ad appassionati e curiosi per scoprire una Palermo ai più sconosciuta attraverso la vita di tutti quei "Patroni" che animano il grande Pantheon devozionale dei cittadini.

​Oggi tutti conosciamo il legame imprescindibile tra la città e la Patrona Rosalia, la Santuzza del miracolo ancora celebrata ogni anno con il grande Festino.

Sono infatti due gli itinerari dedicati alla Patrona: "Sulle orme della Santuzza. La scala vecchia", di difficoltà medio-facile, è un cammino lungo l'antico sentiero medievale che dalle falde del monte conduce fino al Santuario incastonato nella roccia e "Sulle orme della Santuzza. La Rufuliata", di media difficoltà, parte dal Parco della Favorita risale lungo il sentiero della rufuliata, considerata una delle più suggestive vie d'accesso alla sommità del monte.

Ma non tutti sanno che, prima di lei, altre sono state le protettrici di Palermo, oggi "declassate" a Compatrone principali: parliamo di Santa Ninfa, Sant'Oliva, Santa Cristina e Sant'Agata (Patrona di Catania).

E ancora, oltre alle quattro sante vergini, a Palermo sono riconosciuti ben cinque Compatroni secondari, San Benedetto il Moro, San Francesco di Paola, Sant’Onofrio, Sant’Agatone e San Sebastiano, ai quali in tempi recenti si è chiesto di aggiungere "ufficialmente" anche il Beato Pino Puglisi.

Vediamo per esempio il percorso urbano "I luoghi di San Benedetto il Moro": di difficoltà medio-facile, propone un percorso tra le bellezze nascoste del quartiere di Brancaccio dal Ponte Ammiraglio alla Chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi, dal Castello di Maredolce al Convento di Santa Maria di Gesù, fino al leggendario cipresso di San Benedetto.

"I Canti e i Santi nel cuore di Palermo" è invece il percorso più facile e tocca alcuni tra i maggiori siti di interesse storico del cuore antico della città, riscoprendo simboli ed edifici, aneddoti e curiosità, che raccontano l'evoluzione del culto e della devozione ai Santi da parte dei palermitani.

Ultimo, ma non certamente in ordine di importanza, è il Genius Loci di Palermo, leggendaria incarnazione della stessa città, simbolo arcaico di una mitologia ormai perduta ma che conserva i tratti essenziali della cultura palermitana.

Un anziano re con una corona sul capo, che stringe al petto un serpente, spesso rappresentato con un cane, simbolo di fedeltà, con uno scettro, simbolo di virilità, e con un'aquila, simbolo di Palermo: non si sa con esattezza da chi sia stato introdotto e sono tante le ipotesi che ancora oggi lasciano spazio all'immaginazione, avvolgendo questa figura di fascino e mistero.

Scarpe comode ai piedi, fotocamere e cellulari alla mano si potrà scegliere tra quattro diverse tipologie di itinerario con percorsi adatti alle esigenze di tutti in base alla lunghezza e alla durata del tragitto, oltre al grado di difficoltà.

Il progetto della Cooperativa Silene si rivolge a ogni tipo di visitatore, a cominciare dagli stessi cittadini che vogliano riscoprire la propria città con un occhio "diverso", fino ai turisti stranieri che per la prima volta mettono piede a Palermo e ai quali sono dedicati itinerari in lingua inglese.

Ideato dalla Cooperativa palermitana Silene, impegnata dal 2010 in attività volte alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio siciliano, il progetto ha vinto nel 2017 un bando promosso dal Comune di Palermo ed è stato inserito nell'ambito delle iniziative di "Palermo Capitale della Cultura 2018" (se non sai ancora cos'è leggi il nostro articolo).

Per partecipare alle visite guidate non è previsto un ticket ma è necessaria la prenotazione al numero 333.1526549 (anche tramite Whatsapp) o all'indirizzo calogero@silenecoop.org. Per maggiori dettagli e aggiornamenti sul calendario delle visite è possibile consultare il sito web della Cooperativa Silene.

articoli recenti